lunedì 4 maggio 2015

Lo Zen e l'arte di sferruzzare - Parte Prima



Buongiorno a tutti!

Una foto dall'ispirazione asiatica (e giapponesi sono i rocchetti di seta sullo sfondo che Valentina sta usando per le sue prossime creazioni) per introdurre un post dal respiro primaverile e di benessere.

Vi è mai capitato di cominciare un lavoro a maglia e di appoggiare i ferri finita la sessione con la sensazione che il tempo sia letteralmente volato, sentendovi rilassati, immersi in una sensazione di pace e soddisfazione?
Navigando in internet qua e là mi sono accorta di quanti articoli si trovassero sulla relazione tra sferruzzare e benessere. In molti associano questa attività alle pratiche meditative, allo yoga o allo zen.

Ho riassunto così un po' di benefici del lavorare a maglia che ho trovato interessanti. Oggi vi propongo i primi cinque:


1. Terapia. Creare con le proprie mani rinforza l'autostima: dire con gioia "questo l'ho fatto io" equivale a una bella e sana pacca sulla spalla. Nei casi di depressione, lavorare con le mani ripristina il senso di connessione con il mondo. Alcuni studi evidenziano che un'attività come lavorare a maglia aiuta nel recupero da varie patologie e, grazie alla concentrazione, alla distrazione dall'esterno e al rilassamento, aiuta persino a sopportare meglio il dolore.

2. Rilassa mente e fisico. Lavorare a maglia aiuta a staccare dai problemi della quotidianità e libera dallo stress accumulato durante la giornata. Alcune ricerche lo paragonano alla meditazione poiché abbassa ritmo cardiaco, pressione, tensione muscolare, in più regola e rende più profondo il respiro. Da questo stato traggono giovamento sia la mente che il corpo.
Fate però attenzione alla postura!

3. Presenza nel Qui ed Ora. Il ritmo, la ripetizione di un punto ancora e ancora, come a tempo di metronomo, calma come abbiamo visto il ritmo cardiaco e respiratorio, creando un senso di stabilità e quiete interiore, un senso di Presenza che permane anche dopo aver posato gli attrezzi del mestiere. Una sensazione simile la si prova nella ripetizione delle posizioni yoga. Vengono allenati la focalizzazione, la concentrazione, la costanza e la forza di volontà.


4. Favorisce la socialità. Vero che solitamente si lavora da soli, ma portare avanti il proprio lavoro in compagnia è provato aumenti la percezione della felicità, migliori i rapporti sociali e la comunicazione con gli altri (chi ha già frequentato un corso di Valentina lo può confermare). Lavorare soli ma insieme rafforza il senso di gruppo. E' specialmente indicato per anziani, per combattere la solitudine, ma è usato anche in alcuni posti di lavoro, per migliorare le relazioni tra colleghi (mai pensato di sferruzzare con il vostro capo invece di litigare!?).

5. Allena l'intelletto e la memoria. Sapete bene che riarrangiare le misure dei pattern per adattarli ai vostri corpi presuppongono calcoli che sono a tutti gli effetti matematici. La soddisfazione di avere un capo perfetto per noi (addio maniche troppo corte o spalle troppo larghe!) richiede molta energia intellettuale. E' provato che questa attività aiuta a prevenire la demenza senile.

Per oggi basta così, dovrete attendere una settimana per gli ultimi cinque buoni motivi per lavorare a maglia. E a voi fa bene?

A lunedì,

Chiara

5 commenti:

Elena Bonelli ha detto...

Oh sì, che fa bene!
Io ho addirittura (quasi) imparato l'inglese per capire gli schemi! Lo ripeto sempre a mio marito che mi schernisce dicendomi che mi rincretinisco, che al contrario la maglia mi tiene sveglio il cervello!
In uno dei miei corsi ci sono persone che hanno problemi di salute non indifferenti e hanno scelto la maglia come terapia. Funziona!

Elena Bonelli ha detto...

Oh sì, che fa bene!
Io ho addirittura (quasi) imparato l'inglese per capire gli schemi! Lo ripeto sempre a mio marito che mi schernisce dicendomi che mi rincretinisco, che al contrario la maglia mi tiene sveglio il cervello!
In uno dei miei corsi ci sono persone che hanno problemi di salute non indifferenti e hanno scelto la maglia come terapia. Funziona!

Patrizia ha detto...

Inoltre se guardo la televisione di sera senza far nulla mi addormento dalla noia, se sferruzzo sono sveglia ed attenta

PaolaeMargherita ha detto...

Funziona assolutamente, oltre a rafforzare l'autostima è un ottimo "calmante": se non avessi il lavoro a maglia tra lavoro, pulizie, incombenze varie figli e marito.....la sera mi sistemo sulla mia poltroncina e ascolto la TV mentre sferruzzo, così vado a nanna rilassata e contenta!

chiara ha detto...

Sono contenta che le vostre esperienze confermino quanto scritto nel post :).
Avete visto!? Ora avete le prove scientifiche che la maglia tiene più in gamba che mai, aiuta a lasciare andare lo stress della giornata e molto altro. D'ora in poi se vostro marito vi critica potete sventolargli sotto il naso un articolo del The Guardian (che ho preso come spunto nella seconda parte dell'articolo http://tibisay-artherapy.blogspot.com/2015/05/lo-zen-e-larte-di-sferruzzare-2.html)! ;)