domenica 7 febbraio 2016

PAS DE CISEAUX auf Deutsch!

Von heute die Anleitung "PAS DE CISEAUX" ist auch auf Deutsch!
Wie immer, meine liebe Freundin Sara hat die Übersetzung geschrieben. :)
Ich hoffe, dass sie euch gefällt.

venerdì 5 febbraio 2016

Novità a San Daniele!

Sono sempre contenta di andare a tenere un TB6Cafè a “Il Vignarul” di San Daniele del Friuli, ma questa volta lo sono il doppio!!!
Infatti, per la prima volta, lavoreremo ad un pattern realizzato appositamente per questa bella occasione, ed io non vedo l'ora! Finalmente! E vi prometto che non sarà troppo difficile! Il nome? Lessinia. Bello, vero?

Insomma, volete partecipare anche voi a questa splendida giornata? Sabato 5 marzo dalle 9.00 alle 15.00? E sferruzzare allegramente mangiano prosciutto? Io vi aspetto.

Per maggiori informazioni potete rivolgervi direttamente al negozio "Il Vignarul", via Teobaldo Ciconi 58 a San Daniele del Friuli (UD), o telefonando al numero 0432 957530, o ancora scrivendo alla mail: info@vignarul.it
Vi aspetto!!!

Inoltre, una piccola sorpresa...
Presenterò il mio nuovo libro KARTEN!

mercoledì 3 febbraio 2016

Spritz-intervista n° 6: Ela Torrente

È una designer di fama internazionale.
Disegna dei capi meravigliosi.
È schiva e riservata, ma io l'ho beccata (ah-ha! Ho fatto pure la rima).
Ecco a voi, siorri e siorrine, ELA TORRENTE.
Ciao Ela! Innanzitutto siediti e mettiti comoda sul mio divano (io vivo sul divano). Se vuoi puoi anche sferruzzare mentre parliamo o se vuoi puoi accarezzare Strudel, sempre che tu riesca a beccarlo.
La primissima cosa che ti chiedo a bruciapelo è questa: sei italiana, italianissima: come mai la scelta di pubblicare e scrivere solo in inglese?
Ciao Valentina, (ho paura dei gatti, starò seduta un po' rigidina...) grazie infinite per l'invito.
Ho iniziato a sferruzzare da bambina perchè eravamo una nidiata di cugine e mia nonna ci domava un po' come poteva. La maglia ed il taglio e cucito erano attività abbastanza frequenti, anche se io ed il cucito abitiamo purtroppo pianeti diversi.
Quando, ormai adulta, ho scoperto Ravelry, il mio modo di vedere la maglia è cambiato! Grazie a Ravelry ho imparato tecniche più moderne e appassionanti, tutte però in lingua inglese. Come effetto collaterale, per tutto ciò che riguarda la maglia, ho iniziato a pensare in inglese! Scrivo in inglese perchè mi viene più naturale e mi sento più sicura. Uno dei miei obiettivi per il 2016 è tradurre i miei modelli in italiano, quindi ho ricominciato a studiare! Per inciso, ho visto le tue dispense su youtube e le trovo utilissime. Posso chiamarti Prof? (NotaDiMe: esagerata… :) )

Come si svolge la tua giornata? Io corro tutto il giorno da una cosa all'altra, e riesco ad organizzarmi con difficoltà, rincuorami e dimmi che per te non è così e che vivi in una realtà zen! Mi darebbe una speranza!
Sono abbastanza zen, sì! Spesso non è facile, soprattutto quando si lavora con delle scadenze piuttosto strette, però mi sono imposta un cambiamento di passo. Faccio una cosa che adoro, sono fortunata, ho lavorato tanto per poterlo fare e me la godo.

Anche a te, come a tutte le altre, vorrei domandare: se non avessi incontrato la maglia e non fossi diventata una designer, cosa avresti voluto fare? Il mangiatore di spade? Il droghiere? L'impiegata delle Poste? Dai, dimmelo!
Da piccola volevo fare l'attrice o la cassiera. Ho lavorato per circa 10 anni in ambito teatrale, se mi và male posso sempre far domanda all'esselunga!

Qual è l'aspetto del lavoro a maglia che proprio non ti piace o che non sopporti? Ed invece qual è la cosa che apprezzi di più?
Mi annoia lavorare le maniche usando i ferri circolari, ho scoperto che è una cosa abbastanza comune.
Poi, una tecnica che non capisco è lo "steeking". Traduco: quella tecnica che permette di lavorare in tondo un maglione per poi tagliarlo per farne un cardigan. Ecco, di per sé la tecnica è geniale per allungare maniche o recuperare un maglione bucato... ma il pensiero di tagliare i filati senza esserne costretta mi mette a disagio! Apprezzo tutto il resto, a partire dalla scelta del filato. Un buon filato è la base di un buon lavoro e, per quanto mi riguarda, non necessariamente il filato più costoso è il migliore.

Su Ravelry sei molto attiva: hai un gruppo molto numeroso di "fans", pubblichi tanti modelli ed anche delle pubblicazioni digitali. Inotre sei presente anche su Facebook. Insomma, sei dappertutto! Quando conta Internet per te e la tua attività? Ti piace usarlo o, fosse per te, vivresti bene anche in una grotta solitaria nel bosco? (qualsiasi riferimento alla mia persona è puramente casuale)
Internet è fondamentale. Io pubblico solo in digitale, per cui non potrei esistere senza internet. I social sono lo strumento essenziale per raggiungere le persone e per poter essere di supporto in tempo reale. Essere presente, anche solo per rispondere a qualche curiosità, è uno degli aspetti a cui tengo di più. Può sembrare poco pratico, ma crea una relazione a cui forse ci siamo disabituati. Non mi sento di interfacciarmi con dei "clienti", ma con delle persone che supportano il mio lavoro. Detto ciò, mia figlia mi ha dato un'infarinatura di facebook, instagram e quan'altro... altrimenti ciao!

Quanto conta il materiale e, soprattutto, la ricerca del materiale nel tuo modo di fare a maglia? Quali sono le tue fibre preferite?
Come dicevo più su, l'attenzione ai materiali fa un'enorme differenza. E' un po' come cucinare: ci vogliono gli ingredienti adatti. Ultimamente mi sto interessando ad alcuni produttori e distributori di lana biologica in Italia ed Europa. Ad ogni modo, lana ed alpaca sono le mie fibre preferite.

Quanto conta il fatto di saper padroneggiare alla perfezione la lingua inglese nel mondo della maglia odierno? È indispensabile conoscerlo per essere aggiornate e per fare a maglia in modo moderno?
Conta molto ma non credo che la perfezione sia indispensabile, noi italiani siamo bravissimi a capire al volo i concetti, no? Per quanto riguarda la scrittura dei modelli, ben lungi dall'essere sfiorata dalla perfezione, lavoro con un alcune editor inglesi. Senza di loro sarei perduta, anche perchè sono piuttosto gnucca e continuo sempre a fare gli stessi errori.

Siamo alla fine ed ecco la domanda finale… quali progetti hai in serbo per il futuro? C’è qualcosa che ci puoi anticipare?
Come ti dicevo prima, vorrei tradurre i miei modelli in italiano... Spero di trovare il tempo e anche qualcuno che mi dia una mano! Ho iniziato l'anno scorso (e proseguirò anche nel 2016) a collaborare con alcuni siti e case produttrici e andrò avanti con la pubblicazione del mio "Modish Sweater Club". Entrambe le esperienze mi hanno divertita un sacco! Sto anche preparando una piccola sorpresa per Edimburgo, insieme a Valentina Consalvi di Snail Yarns (la trovate su Etsy, vi consiglio di dare un'occhiata perchè ha dei filati strepitosi)... E poi, si vedrà!

Salutiamo Ela e… alla prossima intervista!

Ela la potete trovare sul suo sito Modishknits, su Ravelry, su Facebook e sulla sua pagina Facebook, su Twitter come @Modish Knits e su Instagram come @elatorrente

martedì 2 febbraio 2016

CAMPANULA

Ecco a voi, finalmente, il mio nuovo pattern, CAMPANULA, scaricabile direttamente da Ravelry QUI.
Campanula” fa parte della collezione ispirata ai "Monti Pallidi", la catena montuosa delle Dolomiti italiane.
La Campanula è un bel fiore viola che cresce tra le rocce delle Dolomiti. Anticamente le radici di questo fiore venivano usate sia come alimento nella dieta povera dei montanari, sia come rimedio contro il mal di gola.
La campanula è simbolo di speranza e perseveranza, data la sua capacità di cresce nei luoghi davvero più impervi e difficili da raggiungere. Un’antica leggenda dice che i prati disseminati di campanule sono popolati dalle fate.

Lo schema “Campanula” è uno scialle lavorato top down.
La prima parte dello scialle è lavorata a maglia rasata, mentre la parte finale è lavorata con un semplice punto a pizzo che ricorda proprio la forma della Campanula.
La chiusura rifinita da un bordo ad occhielli lo rende molto originale.

Per festeggiare l'uscita di questo nuovo pattern, per un brevissimo periodo di tempo questo sarà disponibile al prezzo speciale di 1.75 Euro, affrettatevi a scaricarlo!
Questo sconto termina il 7 febbraio. In seguito il pattern sarà acquistabile a prezzo pieno (3.50 Euro).
Happy knitting!

Click HERE for my new pattern CAMPANULA (BELLFLOWER), available in English, in Italian and in German.
Campanula” is part of the collection of patterns inspired by the “Monti Pallidi” (Pale Mountains), a chain of mountains in the Italian Dolomites.
The Bellflower is a rare purple flower that grows among the rocks of the Dolomites. In ancient times the roots of this flower were used both to supplement the meager diet of the mountain people and as a remedy for sore throats.
The Bellflower is a symbol of hope and perseverance because it grows in the most impervious and difficult to reach places. An ancient legend narrates that the fairies live in meadows scattered with Bellflowers.

Campanula” is a top-down shawl. The first part of the shawl is knit in stockinette stitch, while the final part is knit in a simple lace stitch that brings to mind the shape of a Bellflower.
An original eyelet edge completes the shawl.

To celebrate the publication of this new pattern, it will be available for a short period of time at a special price of € 1.75, hurry and download your copy now!
This promotion end on February 7. After this one-time-only promotion, the pattern can be purchased at the full price of € 3.50.
Happy Knitting!

HIER klicken, um meine neue Anleitung CAMPANULA (GLOCKENBLUME) downloaden.
Campanula” (Glockenblume) ist ein Teil der Kollektion “Monti Pallidi” (Blaße Berge), die nach einer Bergkette in den italienischen Dolomiten benannt ist.
Die Glockenblume ist eine violette Blume, die zwischen den Dolomitenfelsen wächst. In der Vergangenheit verwendeten die Bergleute deren Wurzeln als Nahrung sowie als Heilmittel gegen Halsschmerzen.
Die Glockenblume ist ein Symbol der Hoffnung und der Beständigkeit: Sie wächst nämlich in äußerst unwegsamen, schwer erreichbaren Orten. Laut einer alten Legende sollen die mit Glockenblumen bedeckten Wiesen von Feen bewohnt werden.

Campanula” ist ein Schal, der von oben nach unten gestrickt wird.
Der erste Teil wird glatt rechts gestrickt, während den Rand ein einfaches Spitzenmuster ziert, das an die Form der Glockenblume erinnert.
Ein besonderes Merkmal dieses Schals ist der gelöcherte Rand.

Ich möchte die Veröffentlichung diese neue Anleitung feiern! Nur für sehr kurze Zeit ist Campanula zum spezial Preis von 1.75 Euro erhältlich!
Dieser Rabatt endet am 7 Februar. Dann wird die Anleitung zum vollen Preis (€ 3.50) verkauft.
Happy knitting!

Photo Courtesy: Paolo Bonivento.
Grazie alle mie tester!
Grazie a Donna per la traduzione in inglese e a Sara per quella in tedesco!

lunedì 1 febbraio 2016

KARTEN - Nürnberg

Nürnberg” is a short cape worked top down from the neckline.
It falls softly from the shoulders for full freedom of movement.
The increases that shape the cape are “hidden” in the simple lace motifs that decorate the garment.
The borders are knit in striped garter stitch using a lamè yarn for a touch of elegance.
You can find the knitting pattern "Nürnberg" in my book "KARTEN - five knitting patterns" on Amazon or on Createspace (printed version) or on Ravelry (digital version).
Nürnberg” è una piccola cappa lavorata top down a partire dal collo.
Si appoggia morbidamente sulle spalle e non ingombra.
Gli aumenti che allargano e rendono comodo il capo sono “nascosti” all’interno dei semplici motivi a pizzo che decorano il lavoro.
I bordi sono in maglia legaccio a righe, lavorati anche con un filato in lamè che rende il tutto piuttosto elegante.
Potete trovare il modello a maglia "Nürnberg" nel mio libro "KARTEN - cinque modelli a maglia" su Amazon o su Createspace (versione cartacea) o su Ravelry (versione digitale).

mercoledì 27 gennaio 2016

TB6Cafè e presentazione a Tarcento

Un nuovo appuntamento per il TB6Cafè!
Sabato 27 febbraio presso il negozio “Mary Lui's” a Tarcento in provincia di Udine, dalle 10 di mattina alle 16 del pomeriggio ci sarò io ed insieme sferruzzeremo come matti!

Terrò un laboratorio sulla lavorazione in tondo, un tipo di lavorazione che apre mondi meravigliosi ed inaspettati. Questo metodo è molto utile per poter lavorare più agevolmente capi come berretti, guanti, maglioni e tanto altro ancora.
Incominceremo la piccola cappa LA PRINCIPESSA STREGATA, un pattern molto carino e originale.

Per maggiori informazioni potete rivolgervi direttamente al negozio "Mary Lui's", piazzale Roma 18 a Tarcento (UD), o telefonando al numero 0432 783367.
Siete pronte? Io si!

Inoltre, piccola sorpresa… presenterò anche il mio nuovo libro KARTEN!

lunedì 25 gennaio 2016

KARTEN - Wien

Wien” is an asymmetric shawl knit in garter stitch and shaped using short rows.
The simple lace inserts add interest and the lateral I-cord edging provides stability.
The wide, contrasting color border with picot edging adds a touch of originality.
You can find the knitting pattern "Wien" in my book "KARTEN - five knitting patterns" on Amazon or on Createspace (printed version) or on Ravelry (digital version).
Wien” è uno scialle asimmetrico, lavorato a maglia legaccio e modellato con i ferri accorciati.
È movimentato da dei semplici inserti in pizzo ed è rifinito da un I-cord laterale che gli dona stabilità.
L’alta balza in filato contrastante rifinita dal bordo picot lo rende originale ed inconsueto.
Potete trovare il modello a maglia "Wien" nel mio libro "KARTEN - cinque modelli a maglia" su Amazon o su Createspace (versione cartacea) o su Ravelry (versione digitale).