sabato 22 novembre 2014

Genova si avvicina!!!

Sabato 29 novembre si sta avvicinando a grandi passi! Ed io sarò nuovamente ospite della “Fonte della Lana” dalle 10 di mattina alle 16 del pomeriggio per un bellissimo TB6Cafè.
Getteremo le basi della tecnica costruttiva  Top Down ed io non vedo l'ora!
Per maggiori informazioni potete rivolgervi direttamente al negozio "La Fonte della Lana", via Galata 27 R a Genova, oppure sulla pagina FB della Fonte della Lana, inviando un messaggio privato o ancora telefonando al numero 010 562594.
Ed ora… via a fare le valigie!

giovedì 20 novembre 2014

Ojella

Direttamente dall'ultimo TB6Cafè da Un Filo Di a Carate Brianza, ecco a voi il mio nuovo pattern, OJELLA, scaricabile direttamente da Ravelry QUI.

Ojella” fa parte della collezione ispirata ai "Monti Pallidi", la catena montuosa delle Dolomiti italiane.
C’era una volta un capitano di ventura. Un giorno, dopo una feroce battaglia, il capitano trovò una neonata scampata alla carneficina e decise di tenerla con se, chiamandola Ojella. Dopo un paio di anni, capì che la vita dell’esercito non era adatta alla bambina, così decise di abbandonare l’esercito e creare una famiglia con la piccola. Quando essa crebbe diventò una bella ragazza e si innamorò. Quando la fanciulla si sposò, il capitano si ritrovò di nuovo da solo: non sopportando la solitudine, diventò un uomo dei boschi, trovando conforto nella compagnia degli animali selvatici.

Lo schema “Ojella” è un abito (o una maglietta, se non si vuole lavorare troppo) dalla linea ampia e morbida.
E’ lavorato in due modi: per il corpino si montano le maglie provvisoriamente, quindi si lavora dal basso verso l’alto. Poi si riprendono le maglie per la gonna, che viene lavorata dall’alto verso il basso. Infine si riprendono le maglie delle maniche e anche queste vengono lavorate dall’alto verso il basso con il metodo dei ferri accorciati. Tutti i bordi sono ripiegati e cuciti.

PROMOZIONE SPECIALE SOLO PER OGGI E DOMANI (20 e 21 novembre 2014): cliccate QUI, entrate nella mia pagina Facebook, lasciate un "like" e troverete un codice speciale con il quale potrete avere uno sconto del 50% sull'acquisto del nuovo pattern "Ojella". Scrivetelo al momento dell'acquisto e lo sconto sarà valido.
DA DOPODOMANI (22 novembre 2014), scrivendo OJELLA al momento dell'acquisto, potrete scaricare il pattern con il 25% di sconto. Questo sconto termina il 30 novembre.


Click HERE for my new pattern OJELLA, available in English and in Italian.

Ojella” is part of the collection of patterns inspired by the “Monti Pallidi (Pale Mountains)”, a chain of mountains in the Italian Dolomites.
Once upon a time there was mercenary captain. One day, after a ferocious battle, the captain found a newborn baby girl who had escaped the carnage; he named her Ojella and decided to raise her himself. After a couple of years, he realized that the army was no life for a baby girl, so he decided to leave the army and start a family with his little Ojella. As she grew up, she became a beautiful young woman and fell in love. After Ojella married, the captain was alone again: he could not bear the solitude and decided to live in the forest where he found comfort among the wild animals.

Ojella” is a dress (or a sweater if you don't want to work too much!) with simple, flowing lines. It is knit using a combination of two methods: a provisional cast-on is used for the bodice, which is worked bottom up. Then the stitches are picked up for the skirt which is worked top down. Finally, the sleeve stitches are picked up and are worked top down using short rows. All of the edges are folded and hemmed.

SPECIAL PROMOTION – TODAY AND TOMORROW ONLY (November 20 and 21 2014): Click HERE, visit my Facebook page, “like” my page and you will find a special coupon code to use on Ravelry for a 50% discount on the purchase of my new pattern, "Ojella". When you purchase the pattern, enter the coupon code in the space provided and you will receive the discount.
Starting the DAY AFTER TOMORROW (November 22 2014), use the coupon code OJELLA when you purchase the pattern on Ravelry for a 25% discount. This promotion end on November 30.


Photo Courtesy: Paolo Bonivento.

Un grazie speciale alla mia tester Pirjo.
E naturalmente a Donna, sempre un punto fermo.

mercoledì 19 novembre 2014

La maglia del 2015

Toc toc, si può?
Entro di soppiatto perché so di essere in ritardo, io, che ODIO essere in ritardo! Si, ed il ritardo è pazzesco, questa stagione! In realtà sono mesi che ho visto i servizi di moda e tendenze per l'autunno inverno, ma solamente ora ho il tempo di mettere on line qualcosina di mio, dopo che TUTTI, anche le suore della scuola di Riki, hanno detto la loro.
Evvabbè.
Io lo faccio lo stesso, speranzosa che i miei buoni propositi non vadano ad annegarsi in cesso come di solito accade.
Si sa che la maglia è un mio pallino… anche se, in effetti, per anni è stata considerata un po' la sorellina minore, bruttona ed anche un po' stupidina, della sartoria.
Per fortuna non è più così! Gli stilisti si sono lanciati anche in questo campo, grazie a Dio!
Ed eccomi quindi a selezionare le cose, più o meno interessanti, che ho visto nelle sfilate.
Alexander Wang con questi giochi di nastri (si, lo so che non è propriamente maglia, pigUole, ma potrebbe esserlo: un po' di fantasia, su!) sul maglione mi piace parecchio… riproporli su un banalissimo maglioncino fatto da noi sarebbe un tutt'uno…
Certo, a patto di pesare 40 chili bagnate…
Ah, Antonio Marras: l'uomo degli opposti.
Prima sferruzza un maximaglione con LupoUlulàCastelloUlulì, grafismi simil-Mirò e scacchiere. Vorrei farvelo notare, nel caso vi sia sfuggito. Come gli sia venuto in mente di accostare fantasie del gente non so, io credo sicuramente che le sue cene siano troppo piene di peperonata.
Insomma, un maglione che ti fa rimpiangere quelli con i paesaggi anni Ottanta della compagna di banco Raffaella…
… e poi, con quasi le stesse fantasie (dove il QUASI è la parola chiave, visto che manca il lupo), ti sforna un abitino fa-vo-lo-so.
Perché uno mi piace e l'altro no?
Beh, questo rimarrà un mistero...


Dopo aver ammirato l'"escalation" di Balenciaga che gioca con i ferri accorciati e con il grigio (io ADORO il grigio) ecco il clou: applicazioni di maglia sull'abito in raso di seta e perle come guarnizione.
Queste sono cose che realmente lasciano a bocca aperta e che aprono nella mia testa un MARE di possibilità! E ditemi, non sono adorabili? Queste sono le cose che rendono le sfilate degne di essere viste!
Calvin Klein (copione) si ispira a Missoni, ed è chiaro come il sole.
Visto che amo Missoni, amo anche questi giochi di colore e di filati di questo completo, anche se disapprovo la scelta delle lunghezze: tutto troppo lungo, con gli anfibi che ti ammazzano il polpaccio.
Se la modella alta un metro e novanta sembra un Puffo, la cugina Carlotta, che ama la moda ma è alta come un tavolino da caffè, con questo completo potrebbe essere usata come decorazione al posto dei nani da giardino.
Chloé, furba come il demonio, accosta la maglieria oversized a capi in raso e pizzo dall'effetto lingerie.
Troppo scontato? Però funziona.
A volte il classico è la scelta migliore, nevvero?
Dries Van Noten, uomo che ama gli eccessi, accosta due fantasie che fanno decisamente a pugni.
Ora non ditemi che è questione di gusti e bla e bla e bla. Insieme stanno male, è un dato universalmente oggettivo. Se chiedeste a Xjehdtdn di Alpha Centauri cosa ne pensa, vi risponderebbe "ehandtrntjjjkil", che tradotto vuol dire "sono due fantasie che insieme fanno a pugni, perdincibacco."
Però, pensando di indossare il maglioncino con qualcosa d'altro... un jeans, per esempio… il disegno risulta davvero carino ed interessante.
Questa stagione Alberta Ferretti gioca con questi colorini un po' così, un po' "gne".
Verdolino in decomposizione, direi io, ma visto che Alby mi sta simpatica, non infierirò più di tanto… mi piace la linea e l'abbinamento del mohair/cashmere/quellocheè del maglione al tessuto ricchissimo della gonna.
Che dire di Hermés, che usa la maglia per confezionarci un cappotto? Dalla linea comodosa come u pigiamone? Che sotto ci puoi infilare la qualunque? Che ci sta anche il poncho che fa tanto trendy?
Certo, speriamo che sia foderato, altrimenti con l'uso ce lo ritroviamo alla caviglie...
Just Cavalli propone questo maglione decisamente creativo: lavorato a colori con delle lunghe frange che si dipartono dal motivo stesso.
Bello, bello, bello. Anche la scelta dei colori, classica, vagamente animalier, mi piace un sacco.
Louis Vuitton gioca sul classico: un gilettino che sembra rubato dall'armadio del fratellino magro e secchione.
Mi piace abbastanza, ma è qui, in questa lista, solo per via dell'abbinamento con la camicia bon ton e la gonna in vernice.
Vi ho mai detto che ho un'insana passione per il vernice e che da ragazza avevo una gonna uguale e la portavo con un maglione in angora bianco? No? Beh, ora lo sapete.
Questo scaldaspalle di Marni è semplicissimo ma geniale, non trovate?
Praticamente un rettangolo con un collo.
Da copiare SUBITO.
E da indossare con una maglia sotto per non rischiare l'artrite.
Il maglioncino raglan con i cambi di colore di Miu Miu, diciamolo, potrebbe essere stato realizzato tranquillamente da una a caso tra noi, vero?
Ha quell'aura di "fatto in casa"che ci piace tanto… certo il colore fa cadere a terra i bulbi oculari, ma quello è facile adattarlo al nostro gusto, vero?
Nanette Lepore unisce al maglione traforato una gonna asimmetrica in chiffon svolazzante.
Ci piace!
Anche qui il colore non è dei più felici, di dispiace notare… e se vi state domandando come mai sto parlano al plurale, non lo so nemmeno io.
Nina Ricci, come sempre, è una delle mie preferite.
Il color fragola, le proporzioni, il gioco dello chiffon nelle maniche, la gonna in pelle, i sandali…
Insomma, che dire.
Nessuna critica.
(Peccato, eh? Dite che ci speravate!)

Anche per quanto riguarda Sonia Rykiel non c'è nulla di negativo da dire.
Il total white è ammaliante (anche se i sandali vi garantiranno i geloni) e i giochi di traforo sui maglioni oversized mi piacciono davvero tanto!
Vivienne Westwood questa volta tende a rimanere nella quasi-normalità (fiuuuu), limitandosi a un trucco da guarriero Maori.
Però il maglioncino bicolore è davvero carino! Con quei tagli strategici in corrispondenza delle spalle… carino! Ed anche l'abbinamento con la gonna e gli stivali mi piace!
Strano ma vero!

Insomma, in conclusione: tante tante ispirazioni, alcune valide, altre meno… ma quanto è bello il morbido mondo della maglia?

venerdì 14 novembre 2014

La cucitura a punto materasso

... che è un nome che mi ha sempre fatto un po' "gne". Ma tant'è, si conosce così.
L'ho messa perché... beh, perché sembra che chi usi le tecniche costruttive top down o bottom up più moderne non sappia cucire.
Beh, spiacente di sfatare un mito, io amo cucire. Non mi piacciono i maglioni lavorati a pezzi e trovo le loro cuciture inutili ed evitabili, ma ci sono volte in cui una cucitura ben fatta ci vuole. E perché il capo sia bello, la cucitura deve essere fatta bene.
Ed eccovi servite! :D

mercoledì 12 novembre 2014

Sferruzzo libero

Tra tutti i vari impegni una delle cose che mi piace fare (e a cui non intendo rinunciare) è lo "sferruzzo libero".
Quei momenti in cui ti metti in poltrona, senza schemi, senza progetti precostituiti e… semplicemente fai lavorare le mani che creano quasi da sole qualcosa di bello.
Ed ecco nascere quasi da sola una semplicissima bustina rettangolare, iniziata da sotto con il Judy's Magic Cast on (mi pare di aver messo su 102 maglie in tutto).
Per qualche giro ho lavorato (in tondo, ovviamente) solo con il viola, poi ho incominciato a lavorare anche con il beige, creando un semplicissimo motivo stranded… ma davvero semplice come si può vedere! Alternando solamente i motivi si creano degli effetti interessanti. Quando sono arrivata ad un'altezza consona, ho tagliato il filo beige ed ho lasciato il viola, con il quale ho terminato il lavoro, creando un bordo da cucire. Alla fine ho cucito il bordo e… voilà!
Per questa biotina ho usato l'alpaca Sierra Andina di Adriafil: un filato interessante, molto molto morbido!
E, sebbene non sia una grande fan del filato peloso, questo lo è ma non in modo fastidioso. Il filo scorre tra le dita molto facilmente, non si inceppa ed è un piacere vedere progredire il lavoro.
Lo consiglierei per maglioni destrutturati, anche un po' moderni, credo si presti molto.
Anche nella lavorazione stranded mi ha dato soddisfazioni!
Lo consiglio e gli dò un bell'8, che, come sapete, è un voto alto perché sono molto severa!

domenica 9 novembre 2014

Pronti per il TB6cafè di Udine?

Domenica 16 novembre 2014 si sta avvicinando!
E con questa anche il nuovo TB6Cafè a Udine!
Impareremo le basi della tecnica Top Down ed io non vedo l'ora perché  diciamolo, è la mia tecnica costruttiva preferita!
Il workshop durerà dalle ore 10.00 alle 16.00 quindi ne avremo di tempo per lavorare al nostro Bucatino...
Per maggiori informazioni potete rivolgervi direttamente al negozio "Filati Elisa Cesselli" in via Savorgnana 18 a Udine oppure potete telefonare al numero 0432 295633.
Dai che manca poco!!!

venerdì 7 novembre 2014

Il Calzino Stupidino finalmente a Trieste!

Arriva finalmente anche a Trieste un progetto divertentissimo: Il Calzino Stupidino.
Domenica 7 dicembre 2014 presso “lalanalà” impareremo le basi della costruzione dei calzini partendo dalla punta lavorando con il metodo del Magic Loop.
Il workshop ha durata giornaliera dalle ore 10.00 alle 16.00!
Per informazioni: lalanalà, piazza Benco 2, Trieste, telefono: 0403728351, email: info@lalanala.eu o sulla loro pagina Facebook.
Vi aspetto!
Vi aspetto per divertirmi insieme a voi!