lunedì 12 dicembre 2011

Lo Stitch'nd Spritz va a Lubiana

Insomma, come sempre sono in ritardo.
Avrei voluto pubblicare questo post ben prima di oggi, ma debilitanti condizioni fisiche ed umorali me l'hanno impedito: professoressa non mi sgridi, ecco la giustificazione.
Venerdì lo Stitch'nd Spritz si è spostato a Lubiana. Beh, quasi tutto, due membri effettivi non sono potuti intervenire, ma rimedieremo la prossima volta, visto che abbiamo capito che la spedizione è possibile e veloce.
Lubiana è una città bellissima, trovi parcheggio in pieno centro, è pulitissima, ci sono bistrò e baretti in ogni dove e le persone sono gentili e disponibili.Si respira un'aria vagamente mitteleuropea con una spolverata slava nostalgica molto affascinante: se non ci siete mai state, merita una visita. Io, che ce l'ho vicina, mi riprometto di ritornarci presto.E così, come dicevo, il nostro poderoso gruppetto, una volta parcheggiata la macchina in un meraviglioso e modernissimo garage, si dirige, con fare sicuro e prestante, verso la nostra destinazione. E chi le ferma queste?"Ma dov'è che vanno?" Chiederete voi. Avete ragione. Il fatto è che, sebbene Lubiana presenti molti punti di interesse storico e culturale, noi non ci siamo andate per ammirare le bellezze della città. No. Il nostro scopo era bieco ed egoista: saccheggiare il negozio di filati Niti Niti. Il negozio in questione tratta filati raramente presenti in italia e tantopiù dalle nostre parti, per cui occorreva andarci di persona! Per toccare con mano! Per assicurarci della bontà del prodotto! Per fare (moltissimi) test di qualità!
Il negozio all'interno è piccolino ma molto affascinante, pieno di manufatti realizzati a maglia (credo) dalla stessa proprietaria. Che, o meraviglia, parla inglese, tedesco e anche un po' di italiano, oltre allo sloveno. In ogni caso noi avevamo Sara, la Preziosissima, che ci faceva da interprete. Anche se io ho parlato in inglese con risultati... ehm... diciamo discutibili e non se ne parli più.I filati presenti nel negozio sono meravigliosi: scaffali pieni di prezioso mohair e seta bouclè ITO, morbidissima lana Millamia, lussuriose miscele cammello-cashmere-seta Anny Blatt. E poi angora purissima, lana coloratissima Kilcarra Tweed, alpaca naturale dal Perù e spaventose megamatasse lavorabili con ferri numero 25. E riviste, libri di knitting in inglese... una pacchia!La proprietaria, inoltre, è pronta a dare consiglio sull'uso delle lane e confezione capi splendidi che vende nello stesso negozio...... e pupazzi e marionette spiritosissime!Noi, in effetti, avevamo pochi occhi per gli oggetti finiti... era tutto uno spingere e chiedere consigli e "guarda che bella questa" e "speriamo che mi bastino i soldi" e "ommamma che morbida non posso resistere" e "ditemi di metterla giù perchè sennò la compro e non me lo posso permettere".Alla fine del saccheggio, stanche ma soddisfatte e con la testa piena di progetti, non può mancare la foto con la gentile proprietaria (alla quale avrei voluto rubare il poncho a trecce ma c'era troppa gente e non ho potuto). Notare che Claudia ha la borsa più grande, eh.E' ormai fatto noto che dopo il saccheggio le guerriere sviluppino un certo appetito. Qua ci vuole una pljeskavica (pronuncia "plièscaviza") con pane pita. Alle knitter piace lo street food, come documentato dalle esaustive foto.Dato che le knitter erano non ancora paghe del saccheggio appena avvenuto, hanno fatto un giretto per il centro, approfittando così per andare a dare un'occhiata anche al mercatino di Natale. Lungo la strada abbiamo anche inseguito una signora che indossava uno smagliante cappotto Ivko Knits. Io e Martina volevamo aggredirla per sottrarle il capo desiderato ma temevamo che non fosse della nostra taglia, così abbiamo rinunciato.Non ci siamo trattenute, però, con le bancarelle che vendevano fiori e composizioni: tutte hanno preso qualcosa! Come si poteva resistere... in Italia costano il doppio!Alla fine, arrivate a casa, occorreva immortalare il maltolto... non di tutte, solo di chi non teme l'ira dell'amato consorte, per cui non farò nomi...E' stata una bellissima esperienza, da ripetere. Una mezza giornata fuori dai soliti problemi quotidiani, senza pensieri, assieme ad amiche che hanno la tua stessa passione... che volere di più?Infine, un sentito ringraziamento a tutte: a Mammina cara che ha fatto l'autista (come me), a Sara la Preziosissima Interprete, a Martina e Sabrina per le belle foto (Martina d'ora in poi sarai la Fotografa Ufficiale, sappilo), a Tiziana l'Amante del Rosso e Claudia l'Amante del Blu per la spiritosa compagnia. Lo rifacciamo, vero?

13 commenti:

Anonimo ha detto...

invidiosissima! :-)
baci.
ursula

airali ha detto...

sai l'invidia... la mia è alle stelle!!! sei una furbetta perché la foto con le buste l'hai scattata tu... e la tua busta??? secondo me hai portato un borsone da palestra!
Stanotte sognerò Lubiana.

Martina ha detto...

Fotografa uffciale? Non chiedo di meglio!!! :)

Babi ha detto...

Si rifacciamolo!! E sta volta vengo anche io, non c'è tirocinio che tenga!!!!!!! ^_^
A presto!

Anna ha detto...

Non posso che aggiungermi alla lista delle invidiose...bella Lubjana e bella la lana...che fa anche rima!

Anonimo ha detto...

si va rifatto assolutamente! Bellissima giornata bella compagnia e bei filati!
ciao Tiziana Bellotto

Perline e bottoni ha detto...

ma guarda che gruppo vacanza! Quel cappottino è strepitoso: non avevo proprio idea che potessero esistere tali meraviglie!

Birba Nera ha detto...

Vale, ragazze, mi lasciate strutta e contrita tanto è ardente il mio desiderio di ricongiungermi al vostro gruppo di magliaie iperattive! La geografia impietosamente ci ha separate, ma io darei il mondo per tornare a TS e fare una gita a Lubiana con voi!!! P.S.: ho adorato il primo piano di Tiziana in estasi mentre si accarezza la guancia con un meraviglioso gomitolo viola! Baci a tutte, ciaoooooooooooo!

Anonimo ha detto...

con quel "preziosissima" mi hai raddoppiato l'autostima :-))) Ciao, Sara

✿Lilly❀ ha detto...

Hahaha anch'io ho pensato la stessa cosa di ilaria!! Fuori la tua busta!
Sono invidiosissima sia perché mi sarebbe piaciuto svaligiare a mia volta il negozio sia perché avrei tanto voluto farlo con te!!

SONIETSCHKA ha detto...

Oh.. ah...Uh...beh...
.......... ^____^

elena fiore ha detto...

Non smetterò mai di ringraziarti, per avermi fatto conoscere Ivko.
Ma non conosci nessuno shop on line, che venda le sue meraviglie???
Ottimo reportage, baci!

Tibisay ha detto...

@Ursula: e bene fai. ;P

@Ilaria: nooooo non è veroooooo non era un borsone da palestraaaaa... bugia e menzogna!!!

@Martina: ok, arruolata!

@Babi: si, dai, ci mancavi davvero solo tu!!! E Giusy anche, però.

@Anna: è il destino che l'ha proclamata regina della lana, vero?

@Tiziana: si, è stato bellissimo anche per me!

@Perline: nemmeno io conoscevo Ivko... ora nelle giornate uggiose come questa, faccio un salto sul sito: è antidepressivo!

@Giovanna: ah, si, atroce geografia! Mi manchi moltissimo, non sai che darei per averti qui con noi! Pazienza, consoliamoci con un Martini a distanza!

@Sara: ottimo, era quella l'intenzione!

@Lilly: ehm... la busta? La mia? Ma dove mai l'avrò messa??? Tesoro bacioni!!! La prossima volta vieni anche tu!

@Sonia: visto? Meritava!

@Elena: MAGARI! Anche io lo cerco affannosamente... ho visto che vende a Roma ma i prezzi sono decisamente alti... mi sa che mi organizzo per andare in loco... e saccheggiare!!!