martedì 13 dicembre 2011

Idee per regali dell'ultimo minuto

Ma che, siamo matti? Sarò mica impazzita? Due, dico ben due, (D - U - E = 2) post in solo due, (D - U - E = 2) giorni? Non vi starò abituando troppo bene? Sarò sotto l'effetto di qualche strana sostanza dopante per interrompere la sequela di un post alla settimana (beh, si, più o meno...)?
Ebbene. E' il clima natalizio che lo impone, vero. Lavoro lavoro lavoro per finire in tempo tutti i regali (rigorosamente handmade) e mai come quest'anno sono come il Coniglio Bianco di Alice: in ritardo, dannatamente in ritardo!
E quindi, visto che il tempo stringe, magari anche voi avrete bisogno di un consiglio veloce veloce, da realizzare all'ultimo momento che vi risolva in un baleno gli imprevisti dell'ultimo minuto. Che ci sono, ci sono, altrochè! Sicuri come la peste. Per esempio c'è la coppia di conoscenti che arriva dopo Natale con un regalino per voi e voi non avete pensato a nulla per loro "ossantocielo, dai, incartiamo questo libro sulla classificazione degli gnu tibetani ricevuto dall'ex-professore, andrà benissimo". Oppure c'è la zia che mai vi ha regalato qualcosa che proprio quest'anno vi fa il buono per un week-end a Londra: mica potete regalarle la bottiglia di rosolio che avevate messo in preventivo!
Ecco, con i miei suggerimenti, realizzandone magari qualcuno in più come scorta, sarete al sicuro contro ogni imprevisto e, quelli che avanzeranno, li potrete usare voi: meglio di così!

PRIMO SUGGERIMENTO: I BISCOTTI IN VASO.
Ok, non è un'idea mia, MAGARI. L'idea è di Anna del blog Cafè Creativo e potete trovare qua tutta la ricetta spiegata passo passo e bene bene, come il suo solito.
Io la trovo geniale: non regalare biscotti già fatti ma tutti gli ingredienti per realizzarli; alla miscela bisogna aggiungere solo il burro e l'uovo. Al "collo" del vaso va attaccata la ricetta e voilà! Il regalo è pronto.
Per chi vanno bene? Per giovani coppie che amano lavorare insieme, per bambini creativi e pasticcioni, per mamme che resteranno stupite della vostra creatività, per mariti che così potranno cucinare (finalmente) qualcosa anche loro.Alla ricetta originale di Anna io ho solo sostituito un po' gli ingredienti: nocciole, pinoli, mandorle e uvetta dorata per un'amante della forma fisica, Smarties e nocciole per dei bambini golosi, mandorle e cioccolata bianca e nera per bambine esigenti... sono pronta ad ogni evenienza! La stoffa natalizia sul tappo dona quell'atmosfera da altri tempi che in questi giorni è quello che ci vuole. Occhio a non scuotere troppo il vaso prima di regalarlo!SECONDO SUGGERIMENTO: I CALDUCCI.
Questi cuscinetti ripieni di riso li ho già realizzati una volta, dopo aver visto un post sul blog di Kosenrufumama. Qui trovate il post originale che io ho semplicemente copiato passo passo.
Riki è assolutamente entusiasta del suo Calduccio ed ha voluto aiutarmi nella preparazione che, come vedrete, è facilissima.
Per ogni calduccio io ho calcolato circa mezzo chilo di riso. Che il mio Fido Aiutante ha versato in una capace pentola.Mi ero premunita di una manciata di fiori secchi di camomilla e di lavanda. Che non ho raccolto io, ma che ho comprato in erboristeria, ci tengo a dirlo.Il Fido Assistente fa vedere i suddetti fiori. E' felice e si vede.Il Prode Assistente versa, a questo punto, i fiori nella pentola.Nella suddetta erboristeria ho comprato anche l'olio essenziale di lavanda. Non l'ho distillato io, anche se mi sarebbe piaciuto.Il Giovane Collaboratore aggiunge alcune gocce (diciamo meglio 4 pipette per 2 chili di riso) al composto.Ora l'Aitante Aiutante mescola bravamente il tutto.E mescola ancora.Poi il Soddisfatto Lavoratore insacchetta la pentola con il cellophane per evitare che i fumi dell'olio essenziale si disperdano. E lascia così per mezz'oretta. Nel frattempo si fa una merenda.Durante la merenda ho selezionato delle stoffine carine per fare i sacchetti veri e propri. Perlopiù sono avanzi di camicie dei ragazzi diventate troppo piccole. Ho inserito una nota di recupero - riuso - riciclo e ne sono entusiasta.E' stato sufficiente cucire questi semplici rettangoli e riempirli con la miscela di riso e fiori secchi e voilà! Ecco pronti i Calducci!Per chi vanno bene? Per giovani donne amanti del relax, per bambini desiderosi di coccole, per padri talvolta afflitti da dolori cervicali.
Ora potete affrontare la baraonda natalizia senza paura!

16 commenti:

la.daridari ha detto...

ottimi consigli!
certo, tu sì che sei previdente... e chi ancora deve finire di fare i regali "ufficiali"???
aaaarrgghhh!

le Fate del feltro ha detto...

bellissimo post :)

le Fate del feltro ha detto...

grazie per le idee!

Rose di Organza ha detto...

Questo è sfruttamento minorile!!!

detto questo, me lo presti per riempire i sacchetti profuma-cassetti?

a parte le scemenze, sono davvero delle bellissime idee!

Sara Trampuz ha detto...

io i sacchetti profumabiancheria li faccio in modo piu' terra-terra:impregnando di oli essenziali l'argilla che si usa anche come lettiera per gatti (ovviamente quella non profumata e non agglomerante!)

Alice Twain ha detto...

I biscotti in vaso sono originariamente unìidea di Jamie Oliver (o forse anche lui li ha copiati da qualche altra parte). Erano sulla sua rivista per il natale di un paio di anni fa.

✿Lilly❀ ha detto...

Anch'io voglio un calduccio, ma solo se me lo fa Riki! ;)

SONIETSCHKA ha detto...

Il giovanotto è il tuo ritratto sputato! Bellisssimo post!!!

elena fiore ha detto...

Blogger stasera non mi carica le foto del tuo post :-( Però commento lo stesso sulla fiducia, dato che sei così celere a postare!!!
Già leggendo il nome di Anna Drai, ho capito che potevo andare sul sicuro, pechè è lei è una garanzia. L'altro nome non lo conosco, ma lo fai tu...che sei una garanzia :-)
Bonita serata darling
Ciao, e°*°

airali ha detto...

il barattolo è un'idea geniale!!! e Riki mi sembra tutto la sua mamma... bellissimo!!!!!

Bubiknits ha detto...

io Vi lovvo tutte e due e non vedo l'ora di vederti!!!!

Tibisay ha detto...

@Daria: chi li deve ancora finire? Argh! Si sbrighi!!!

@LeFate: grazie mille, siete gentilissime!

@Le Rose: si, sfruttamento allo stato puro, povera creatura, vedi come soffre? Prendilo pure, è ferratissimo nella preparazione di cosi profumati...

@Sara: IDEONA! Però non ho un gatto...

@Alice: davvero? Non lo sapevo, ti ringrazio per la segnalazione. Ho fatto anche una ricerca ma non ho trovato nemmeno un link, editerò senza... se poi nel frattempo viene fuori lo metto.

@Lilly: se vieni a trovarmi Riki sarà felicissimo di farti vedere come si fa, ormai è un esperto!

@Sonia e Ilaria: grazie! Ma davvero mi somiglia così tanto?

@Elena: evabbè, Blogger ogni tanto fa i capricci... grazie della fiducia!

@Bubi: anche io ti lovvo e non vedo l'ora che arrivi domenica!

AnnaDrai ha detto...

grazie carissima per la citazione, ma come ho scritto sul mio post dei vasetti, l'idea non è mia, non voglio attribuirmi nulla! :D
sinceramente non so chi l'ha inventata, perchè nei siti/blog americani se ne trovano a bizzeffe!
naturalmente tu l'hai saputa personalizzare con il tuo estro e la tua passione, che metti in tutto ciò che fai... anche io quest'anno ne ho prodotti altri 5 di vasetti! :D
scusa se non lascio commenti ultimamente, ho qualche problema famigliare da gestire, per cui spesso rimango senza web... ma una sbirciatina la do sempre ;)
ne approfitto per augurarti Buonissime Feste!!!

Tibisay ha detto...

Certo, Anna, l'idea non è tua... l'originale, dico. ma io l'ho vista sul tuo blog e non su altri... poi tu nel tuo blog spieghi tutto per benino, non ci possono essere fraintendimenti! Spero che le piccole magagne familiari siano veramente piccole... un buon Natale con tutto il cuore!

Martino di Regali last minute ha detto...

Lo so, arrivo un po tardi ma bellissimo post!
Il fai da te é sempre una delle opzioni più belle, anche perché dici "ti voglio bene" nel modo più bello. Ho fatto un sito dove raccolgo proprio idee simili (consigli per regali all'ultimo minuto), se per te é ok mi piacerebbe mettere un link a questo articolo?

Tibisay ha detto...

Ma certo! ❤️