martedì 29 aprile 2014

Sfatiamo un mito.

Da un po' di tempo si vede questa foto da un po' tutte le parti, soprattutto negli ambienti della maglia…
Dipinta da tale Meister Bertram (il più antico pittore tedesco conosciuto di cui potere approfondire QUI)  mostra la madonna che lavora con il gioco di ferri una sottile tunichetta.
Ebbene, per quanto sia molto affascinante, di sicuro per molte di noi appassionate di storia della maglia non è una novità. Noi sappiamo bene che storicamente le maglie erano lavorate in circolare con il gioco di ferri.
Però alcune di voi avrebbero potuto udire un uccellino che va dicendo:"ma questa maglia è top down!"
Caro uccellino, ma che vai dicendo? Lo si vede con un po' di buon senso che questa tunica è un bottom up! Quasi tutte le antiche lavorazioni lo erano… Inoltre se fosse top down la Madonna avrebbe in mano una specie di mezzaluna deforme (se stesse lavorando lo sprone) o la maglietta GIRATA AL CONTRARIO (nel caso stesse chiudendo la lavorazione).
Un consiglio caro uccellino: informati meglio la prossima volta, perché vedi, se apri la bocca solo per dare aria nessuno ti darà più retta!
Cip cip e vola via!

5 commenti:

anna tecchiati ha detto...

Grazie per l'interessante lezione di storia della maglia (e dell'arte). Ti risulta che il più antico artista italiano (anche se l'Italia come stato non esisteva ancora) di cui si conosce il nome sia Cimabue (1240-1302)?

Tibisay ha detto...

Ehm… direi di si… almeno il Vasari dice così!

Laudomia Della Rovere ha detto...

Carissima Tibisay, mi voglio complimentare per il tuo blog che frequento assiduamente, come molti altri siti che trattano l’argomento maglia in modo intelligente .
Sino ad ora mi ero astenuta da commenti, ma in questo caso mi sembra doveroso intervenire, anche perché l’uccellino a cui fai riferimento richiama con tutta evidenza quell’arcinoto blog che sui motori di ricerca esce sempre al primo posto inserendo la parola maglia . Un “uccello del paradiso” per noi “tricottomani” ! Ricordo bene il post, a cui ti riferisci con “trasversale” evidenza (sono andata a riguardarlo per esserne certa), ove si trattava di topdown, o bottom up, ma ricordo altrettanto bene che l’uccello del paradiso parlava di lavorazione in tondo e che di topdown ha parlato invece una sua lettrice a proposito della tunica di Gesù (che viene conservata nella Cattedrale di Treviri Germania) che è stata oggetto di una lettura evangelica prepasquale. Probabilmente, essendo sempre quell’uccello nei tuoi pensieri, hai pensato erroneamente che parlasse di topdown! Colgo infine l’occasione per lanciare un appello a tutte voi preziosissime e laboriose knitting bloggers : vogliatevi bene e collaborate , applicando al vostro lavoro quello spirito di corpo e solidarietà che è la culla del successo di tutte le imprese. In tutto il mondo i quartieri dei ristoranti, quelli degli antiquari, dei gioiellieri, delle firme di abbigliamento, ecc.. devono il loro successo proprio alla forza aggiunta dall’unione, allo spirito di corpo e di appartenenza appunto. Lo stesso principio si può applicare anche sul web !!
Cordialmente,
Laudomia

Laudomia Della Rovere ha detto...

Ho inviato anche all' "uccello del paradiso" lo stesso commento, affinchè anche lei accetti e segua il suggerimento circa il fare squadra !
Laudomia

Tibisay ha detto...

Laudomia, intanto mi scuso del ritardo con cui ti rispondo.
Mi fa molto piacere sapere che mi segui assiduamente e, anche a distanza di settimane (ehm… mesi) mi fa piacere anche risponderti, faccio un piccolo punto di orgoglio di riuscire a farlo con tutte le persone che commentano.
Non ho assolutamente nulla contro il blog maglia-uncinetto gestito dalle mie amiche Alice e Veruska (visto che è questo il blog che esce come prima voce quando si digita la parola "maglia") su Google. Anzi, di solito ci converso piacevolmente e condividiamo molte idee.
In realtà non mi riferivo a nessun blog in particolare, solo ad una cosiddetta "voce di corridoio". Se per caso ci fosse in giro un blog che parla di top down in modo così approssimativo, io davvero non lo conosco. Nè vorrei, d'altro canto!
Non conosco nemmeno un uccello del Paradiso, inoltre, anche perché questo tipo di volatile non è di mio gusto, li trovo molto vanesi.
In quanto alla tua ultima richiesta, quella di collaborare tra blogger, già lo faccio con grande gioia. Conosco anche personalmente molte altre blogger ed è sempre una piacere quando ci incontriamo. E collaboriamo. Come nel progetto Crowdknitting, dove sono in felice compagnia di Annalisa, Natascia, Paola e Ilaria. O come quando ho collaborato con Alice per il suo blog "ai ferri corti". O come con il progetto "Cuore di Maglia". O nel caso del gruppo Top Down in italiano che amministro su FB con Filly, Lucia e Rosalba.
Insomma, la collaborazione in questo grande mondo non manca ed è sempre la benvenuta.