mercoledì 11 gennaio 2012

Orrido post autocelebrativo e Premio BEARDIGAN 2011

Mentre lavoricchio al prossimo folle progetto dell'anno, ovvero al KAL dei magnifici 12, vorrei fare un passo indietro e finalmente tirare le conclusioni di quello che, per me, è stato un anno particolarmente impegnativo, lanamente parlando.
Infatti sono riuscita, tra regali di compleanno e di Natale, a finire la foll il progetto dei 12 Stitch'nd Spritz e 12 Cardigan. Quando mi sono imbarcata in questa avventura, non immaginavo di certo a quello che sarei andata incontro, ma posso dire di essermela cavata egregiamente e di essere moderatamente soddisfatta.
Si, perchè mica tutti i cardigan soddisfano i requisiti minimi. Ma esaminiamoli uno per uno.

Il primo è stato il Metro.
Punti di forza: il dettaglio delle trecce asimmetriche e le maniche a tre quarti. Morbidissimo e molto versatile, lo indosso davvero spesso ed è stato uno degli esperimenti più riusciti. Il colore, che non è GIALLO, ma TABACCO (vero BirbaNera?) lo rendono adatto a moltissimi abbinamenti, soprattutto sportivi.
Punti deboli: la chiusura un po' troppo scostata deve essere continuamente aggiustata.

Il secondo è stato il Bundi.
Punti di forza: il ricamo e il peso del capo che, pur essendo di proporzioni ridotte, scalda parecchio. Incredibilmente, anche se non lo avrei mai detto, lo uso abbastanza, soprattutto con vestitini e camicette frou frou. Questo cardigan è stato anche messo sulla pagina principale del progetto su Ravelry. E scusate se è poco. Più che altro, secondo me, perchè nessun altro ha avuto la foll la pazienza di ricamare tutte quelle perline...
Punti deboli: i colori chiamano solo una certa selezionate serie di abbinamenti.

Purtroppo un discorso a parte merita il Coraline.
Punto di forza: la morbidezza del filato. E i bottoni vintage.
Punti deboli: che dire. Adoro il modello, mi piace un sacco. MA. La taglia è leggermente più piccola di quello che pensavo e si che ho preso bene le misure... la costruzione bottom-up mi ha tratto in inganno e, pensando di non avere abbastanza filato, ho fatto le maniche corte. Troppo. E non ci penso nemmeno a disfare. Insomma non lo metto spessissimo e questo mi dispiace un sacco.

Ma ci risolleviamo con il Silver.
Punti di forza: il colore assolutamente divino, la forma e la lunghezza perfette, il peso non troppo caldo nè troppo freddo, l'assenza di chiusura che permette di sfoggiare spille particolari, i bordi lavorati a picot... insomma uno dei top nella classifica. Lo uso di norma con jeans per mise più sportive ma con un guizzo in più o con vestitini eleganti da giorno.
Punti deboli: la costruzione "a pezzi". Più che altro è una mia (recente) mania, perchè c'è solo questo.

Ed ora ecco il Featherweight Cardigan.
Punti di forza: l'estrema semplicità ed eleganza del capo, che lo rendono perfetto sia con i capi casual che con vestiti più habillè.
Punti deboli: le maniche un po' troppo larghe (ma in fondo chissenefrega) ed il colore, abbastanza impegnativo e scarsamente versatile (non si è capito, vero, che punto su questo?).

Intanto incomincia l'estate ed io sfoggio l'Amiga.
Punti di forza: il colore lo rende un cardigan adatto praticamente a tutto il mio guardaroba estivo, la costruzione è fantastica e la grossezza del filato me lo hanno fatto finire in un baleno.
Punti deboli: il peso e la "rusticità" del filato lo rendono adatto solo ad abbinamenti sportivi... in ogni caso è uno dei cardigan che uso di più.

Quando ho incominciato il Vitamin D tutti pensavano che il giallo non fosse il mio colore.
Ho fatto cambiare loro idea, infatti questo è uno dei punti di forza di questo cardigan, assieme alla sua forma davvero originale.
Punti deboli: ahimè, il filato. Il cotone ed io non abbiamo un buon rapporto... non lo indosso spesso proprio per via della ruvidezza del tessuto. Questo è un capo che sicuramente rifarò usando un altro materiale.

E se l'estate non è incominciata benissimo, prosegue ancora peggio con la Sakasama Jacket.
Mi ero innamorata del modello ma... disastro totale.
Punti di forza: il filato. Una seta vintage sottilissima con un aspetto lucido ma una mano delicatamente irregolare che dona interesse al capo.
Punti deboli: praticamente tutto. Non va proprio. La forma ingoffa. Non è portabile in più modi, come mendacemente promette il modello. La taglia è gigantesca. Insomma, da disfare.
Questo cardigan si merita il premio THE WORSTARDIGAN, il cardigan più brutto del 2011.

Però il morale ritorna su con l'Atelier.
Punti di forza: la costruzione top - down che permette di utilizzare al meglio il filato senza sprechi, il bordino i - cord che dona al capo un'aria professionale e perfettamente rifinita, il filato che, pur essendo un cotone (!!!) è morbido e cascante al punto giusto.
Punti deboli: ahimè, il colore che, sebbene sia meraviglioso, avendo una grossa base blu, nel mio guardaroba trova ben pochi abbinamenti...

E così che non pare, arriviamo in vetta con il Cassis.
Uno dei più bei progetti a cui abbia mai lavorato, a partire dal filato, che ho tinto io stessa, al suo spessore, che ha contribuito alla velocità con cui ho terminato il capo, alla costruzione top - down (la mia preferita, come avrete capito), alla lunghezza ideale sia in inverno che in primavera,al la vestibilità perfetta... non ha punti deboli, per cui lo dichiaro vincitore del premio THE BEARDIGAN, il cardigan più bello del 2011.
Anche questo cardigan è stato inserito sulla pagina principale del progetto su Ravelry e questo mi rende particolarmente orgogliosa perchè la richiesta mi è venuta dalla stessa designer.

Subito sotto la vetta e che la manca di un soffio c'è il Dhalia Cardigan.
Anche per lui ci sono moltissime cose che lo rendono un cardigan ideale: il filato morbidissimo e duttile, il colore molto di moda, il grande dettaglio a sorpresa sulla schiena, la struttura "a coperta" molto versatile... lo indosso nelle occasioni eleganti ma non troppo con una camicetta di seta ed una gonna di paillettes o di velluto. E tacchi, ovvio.
Perchè non ha vinto lui? Solo per la differenza del filato... una mescola cashmere - seta - lino tinta artigianalmente non si batte!

In ultimo, ma non ultimo, il Garter Stitch Baby Kimono.
Ovviamente non per me!
Punti di forza: la forma adorabile e il fatto di esser arrivato quando ormai ero alla frutta, cioè stufa di sferruzzare altri cardigan enormi.
Punti deboli: che non me lo posso mettere... vabbè, pazienza, c'è qualcun altro che se lo gode!!!

17 commenti:

Babi ha detto...

Che meraviglia! Ormai lo sappiamo che non pettini bambole e non fai le unghie ai millepiedi! E devo dichiarami fermamente d'accordo con il premio Beradigan. Ma NON SONO ASSOLUTAMENTE D'ACCORDO con te sul peggiore in assoluto. E lo sai! A me piaceva! E mi piaceva come mi stava! E non sono d'accordo alla sua uccisione! UMPF...
Per il resto sei un mito e lo sai ^_^
SMACK

Scarabocchio ha detto...

Mi dispiace per il Coraline: la lavorazione della parte superiore è davvero bellissima.
Sei sicura che non ci sia rimedio per poterlo sfruttare di più?
In pieno accordo con il cardigan vincitore, il Cassis, che è davvero l'eccellenza!
E' bello vederli tutti insieme, aiuta nel confronto, e il tono generico del post ti immola ancora una volta sul piedistallo dell'adorabilità!

airali ha detto...

per me il peggiore non è lui... ma non saprei dirti chi finisce ultimo in classifica. Certo è che il vitamin D è il mio preferito! tutta in bianco con quel bel cardigan giallo stai benissimo e lo troverei perfetto anche in autunno con un abito grigio.
Questo post mi piace troppo!

Beatrice ha detto...

Complimenti!!! Uno più bello dell'altro....ma il dhalia cardigan...huauuuuu primo in assoluto!

✿Lilly❀ ha detto...

Solo tu potevi finire in tempo entro l'anno questa sfida folle sì diciamolo ma chissenefrega!! Io adoro l'atelelier se proprio dovessi scegliere..e nel mio guardaroba ci starebbe bene haha

knitting bear ha detto...

Ottima carrellata, complimenti per il lavoro fatto per realizzare i cardigan e per i tuoi commenti a ognuno di essi, possono rappresentare una risorsa interessante per chi volesse cimentarsi in futuro!

Il mio preferito è il Dahlia, ma anche il vincitore merita : )

elena ha detto...

Sono senza parole! Uno meglio dell'altro, compreso quello che hai stroncato.
Sul vincitore sono d'accordo con te!

PJ ha detto...

Complimenti, hai lavorato parecchio con tutti questi cardigan!!Sono veramente belli e ben fatti, il mio preferito è il Cassis..poi volevo aggiungere che il tuo blog è proprio una ventata di buon umore e simpatia..Grazie!!

Birba Nera ha detto...

Per me sono belli tutti e tu sei bravissima... e super-pazza! Voto ex aequo il Vitamin D e il Metro, entrambi GIALLI... ma di due tonalità diverse, è ovvio! Il GIALLO è proprio il tuo colore, ti sta benissimo e lo interpreti con grande brio. Baci dalla daltonica!

try2knit ha detto...

Sei orridamente veloce più che altro. Io in un anno ne ho fatti uhmm vediamo.. uhmmmm. Due! Due? Sisi, proprio proprio due!! :)
Non ho parole!!!
Però se devo dire questo orrido post autocelebrativo è adorabile!!

elena fiore ha detto...

A li mortazzi, quanti ne hai fatti!
Io per finire quello della mia Lara, formato mignon, ho uncinettato estate-autunno-inverno.
i tuoi speedy ferri, c'hanno il turbo...anzi, ce l'hai tuuuuuuuuu!!!

Claudia ha detto...

BELLISSIMI!! uno più bello dell'altro
brava, brava, brava

FascinationStreet ha detto...

ma quanto sei produttivaaa?! ^_^ una carrellata di meravigliosi lavori!!!
ciaoo!
barbara

valentina ha detto...

ehi!!!!ma sei bravissima!!!! però toglimi una curiosità,durante la giornata come ti organizzi oer trovare il tempo di sferruzzare? io ci sono giorni che non riesco neanche a guardarli i ferri! ed è cosi che o miei lavori sono lentissimi... comunque mi sei trppo simpatica peccato che viviamo lontane,io stò a Tivoli e qui lavori femminili neanche a parlarne. Baci Valentina

Tibisay ha detto...

@Babi: so che non sei d'accordo maaaaaa... NON IMPORTA!!! Ahahahah, risata satanica e perversa.

@Scarabocchio: si vede che sono sfortunata con Ysolda... non ho avuto problemi con altri designer ma con lei si. Pazienza! Grazie per l'adorabilità, sei carina!

@Airali: si, anche per me il suo colore è il migliore in assoluto... da un anno circa sono una yellow - addicted!

@Beatrice: il Dhalia è favoloso! Grazie per i commenti!

@lilly: eeeeeeehhhhhhhh ma che fai... ci provi??? Eheheheh...

@KnittingBear: mi sono anche molto divertita a vederli tutti insieme... uno quando li fa poi non si rende mica conto...

@Elena: grazie, sei un tesoro.

@PJ: ma grazie mille dei complimenti, sei molto gentile!

@BirbaNera: bella la mia daltonica, vieni qua che ti bacio!!!

@Ciami: vedrai che quest'anno andrà meglio! Si, decisamente meglio, vedrai!

@Elena: un segreto. E' che così sfogo il nervoso e non meno qualcuno!!!

@Claudia e Barbara: grazie grazie grazie!!!

@Valentina: io lavoro dappertutto e sempre: alla Posta, aspettando che i figli finiscano allenamento di basket, un'oretta dopo pranzato... insomma, così il lavoro per forza cresce! Grazie per la visita!

Alessandra ha detto...

Adoro il modello silver, ma non riesco a capire come procurarsi il modello!

Tibisay ha detto...

Il Silver è parte di una pubblicazione cartacea 😄