lunedì 5 marzo 2012

La Dura Vita del Knitting Pubblico

Si sa, noi knitter compulsive siamo un po' strane: ci portiamo il lavoro dappertutto, ma proprio proprio dappertutto. Non è strano, quindi, venire avvicinate da curiosi di tutte le età che desiderano informazioni.
Ogni tanto, però, capita qualche curioso un po' più strano persino di noi...

Ai giardinetti
Vecchina Nostalgica:“Oh ma che bello, che brava! Anche io facevo ai ferri una volta… ho fatto un sacco di cose: tende, copriletti… ma ora non lavoro più mi fanno un male terribile le gambe.”
Io:“Certo, signora, comprendo… ma io lavoro con le mani, mi trovo meglio.”

Al bar
Signora Evidentemente Miope:“Ma che brava, bravissima! Cosa fa, punto croce?”
Io:“Sicuro, non si vede?”
SEM:“Ma lei sa per caso dove posso trovare il cotone per fare all’uncinetto?”
Io:“Si, vada in piazza X dal negozio Y…”
SEM:“E per caso sa dove trovo le riviste per fare all’uncinetto?”
Io:“Guardi, signora, provi nell’edicola di via X che è molto ben fornita…”
SEM:“E dei manici per borse?”
Io:“Ma cos’è, ho scritto SERVIZIO INFORMAZIONI sulla fronte?”

Allo Stitch’nd Spritz
Signora Estremamente Simpatica In Cerca Di Contatto Umano:“Oh, eccovi finalmente vi ho trovato. Ora qualcuno mi spiega come si fa questo punto all’uncinetto.”
Tira fuori dalla borsa una rivista consunta.
Io:”Si, signora, volentieri, si sieda, così vediamo insieme…”
SESICDCU:“Ci mancherebbe, mi toccherebbe ordinare qualcosa, su mi spieghi velocemente come si fa che poi me ne vado che ho fretta.”
Ansia a mille, rivoletti di sudore che colano dalla fronte.
Io::”Mi dispiace signora, non capisco, dovrei mettermi e studiarmi lo schema…”
SESICDCU:"Ah, no, insomma, non sono mica qui a perdere tempo, io, ho da fare… beh, arrivederci.”
E meno male che ha salutato…

Signore Nostalgico:”Sono qui per fare una richiesta… mia moglie ha conservato in soffitta della lana per 40 anni… non ci sarebbe nessuno disposto a confezionarmi un maglione?”
Chissà come mai nessuna si è offerta…

Partecipante Confusa:”Che bello, la prossima volta porto il punto croce.”
Io:“Certo, nessun problema, se vuoi che ti spezziamo le rotule…”

In spiaggia
Ragazza Alla Moda:”Che bello! Cosa fai?”
Io:“Delle roselline per un vestito all'uncinetto.”
RAM:“Oh, che meraviglia, senti mi faresti un costume all’uncinetto? Guarda, posso arrivare fino a 15 Euro!”
Io:“…”

N(ota) D(i) M(e): TUTTI gli interventi sono reali e realmente accaduti.

30 commenti:

ciami ha detto...

eheheheeh. effettivamente mi ha tirato su di morale!! :)
Il mondo è bello perché è avariato!

Lizzie ha detto...

hahahah quanto è vero...quanto è vero! anche a me ne succedono di ogni. E in particolare arriva il curioso dalle mille domande proprio quando stai contando i punti di uno scema complesso, più volte sono stata tentata di mettermi un bel cartello :non disturbare la lanista :)

Lizzie ha detto...

uh schema ! volevo dire schema!

Valentina ha detto...

Guarda, proprio perché sei tu, posso arrivare a 20 euro per il costume! ... e la risposta me la devi dare abbastanza in fretta, perché non ho tempo da perdere, io! :):):):)
Esilarante!!!

Natascia ha detto...

1) "che bello mi faresti....(metti al posto dei puntini un maglione, uno scialle in pizzo o un set berretto-collo e guanti con in 2,5)ti pago eh?"

2)"no ma veramente l'hai fatto tu?? ma perchè non ne fai un po' da vendere? io 15,00 euro te lo comprerei!" (si vede che il 15 euro piace!)

3)"ma che brava! no ma senti sei capace a fare una cosa del genere(tira fuori un berretto con orecchie e baffi a forma di cane)? no perchè piacciono un sacco, secondo me se li metti in vendita su ebay li vendi, almeno 5 euro te li porti a casa, tanto questa è una cosa che fai per passione, mica ci devi guadagnare!!"

Darknaike ha detto...

Ahahahah! Grazie per la prima risata della giornata!!

Anna ha detto...

Non so se è meglio così od essere ignorata completamente...
I più carini sono i bimbi con la normalissima domanda (dopo averti osservata ad occhi sgranati per un po'): "...cosa fai?"

Cris ha detto...

Io rilancio a 25 euro....perchè sai rispetto a Vale, avrai più da fare con me, visto la taglia......hi,hi,hi
buon lunedì......
Cris

PaolaeMargherita ha detto...

E' proprio vero che knittare in pubblico solleva la curiosità di molti; aggiungerei alle varie domande altre che riguardano la salute della lanista, del tipo:"Certo che lei però non soffre certamente della sindrome del tunnel carpale" (?!), "Ma non le fa male la schiena?" e "Soffre di sudore alle mani lavorando a maglia?" tutte capitate, evidentemente vedendomi un pò secca e pallida avranno pensato che soffro di salute....oltre ad avere svariate richieste del tipo:"Io ti compero la lana, e tu me lo fai" quasi ti facessero un favore, comprandoti la lana.....santa pace!

Poppy ha detto...

io vorrei un maglione con l'arcobaleno.
me lo fai ?
ghghghghg

Rosalba ha detto...

grazie grazie grazie, mi sono divertita molto a leggere il post ed anche i commenti:) tutto il mondo è paese si si, anche qui gentilmente ti comprano la lana...meno gentilmente ti chiedono di realizzare qualcosina, (senza neanche offrirsi di comprarti la lana)tanto con tutti i gomitoli che hai!!!!!!!

Alice Twain ha detto...

S'b'B Milano riunito nel caffè esterno della Triennale a Cadorna. Passa un uomino, si ferma, ci guarda, si avvicina "Salve, voi siete un'installazione, vero?".

elena ha detto...

Ahahahahah! Anche a me sono capitati commenti di vario genere. Però evidentemente ispiro meno fiducia, invece che chiedermi un lavoro intero mi propongono di rammendare maglioni bucati "tanto tu sicuramente lo sai fare"...

Gatta ha detto...

A chi chiede "mi fai" rispondo sempre "se vuoi ti insegno" e da lì il vuoto...

alba ha detto...

la frase più ....... che mi hanno detto "si vede che non hai niente da fare......dai cinesi una maglia la paghi otto euro!!!!"

passionemaglia (monica) ha detto...

Anche a me è stato detto chi te lo fa fare.
Poi alcune cosine, se vedo che le amiche apprezzano sono io che decido di regalarle, ma cose piccole, tipo portacellulari.
In compenso vedo un sacco di nonnine basite quando lavoro con i circolari, continental e col magic loop ... "ai miei tempi mica c'erano ste comodità".....

Francesca ha detto...

ma che ridere,bisognerebbe raccoglierli tutti e metterli inun libro

la.daridari ha detto...

immagino la tua faccia ad ogni situazione... e rido a crepapelle!!!

Didi67 ha detto...

Io evito di knittare in pubblico. Al massimo mi vedono le amiche di mia figlia. Il più delle volte si mettono sedute vicino a me, mi guardano stupite (manco stessi pettinando un alieno)e poi dicono a mia figlia: "Beata te, chissà che belle cose ti fa tua mamma" e lei ride, perché invece non ama la lana nè i lavori fatti a mano e non vuole niente fatto da me.

Lia ha detto...

anche a me han detto di tutto, ma la più bella è questa:"anch'io una volta lavoravo tanto, ma adesso al mercato c'è di tutto e neanche caro, allora non sto più lì a perder tempo"

Babi ha detto...

Sull'autobus:

Signora In Cerca Di Compagnia Sull'Autobus Deserto: "Oh ma che bel la fa un capelin?"
Io: "no, veramente è una borsetta in fettuccia"
SICDCSAD:" Ah beh, ma tanto la lo pol usar come capelin uguale no?"
Io:"certo, la fettuccia di lycra è comodissima in testa!!"

Bambina Confusa:"Anche io faccio quadletti a punto cloce!"
....

Signora Nostalgica:"Oh che bel anche mi fazevo tanto a uncinetto una volta... pecà che mia fia no ga mai voludo imparar!"
Io:"Veramente sono ferri..."
SN:"Ma no xè vero, la sta lavorando al contrario!!!!"
...

SN2:"Oh che bel, no se vedi più i giovani far a ferri... cosa, la se senti vecia dentro??"

Chiedo scusa per il dialetto, ma sull'autobus è la lingua ufficiale...

elena fiore ha detto...

Alla ragazza all moda, avrei risposto seria serissima: posso mandarti 15 volte a quel paese? E son stata morigerata! Tutti bellissimi finchè ho creduto fossero tue invenzioni...ma all'idea che son tutti veri...brrrrrrrr, brividi !!!
Da raccogliere, conservare e farne un libro (ultimamente c'ho la fissa!!!)

Silvia ha detto...

Stasera mi è tornato il buon umore.
Di solito quando mi chiedono di fare qualcosa per loro, conoscenti o colleghe in genere, mi offro(sono generosa )di insegnargli, la risposta"no mica ho tutto il tempo che hai tu, io la sera ho da fare", oppure"ma dai tanto a te piace, io non ho la pazienza che hai tu".generalmente sono ragazze, che per giunta vivono in famiglia!!!!di tempo ne hanno una "briciola"in più.
Comunque l'episodio più buffo, dal medico, attese sempre drammatiche, anche 2o3 ore, io con un cappellino e vecchina nostalgica.Mi ha raccontato per filo"non a caso" e per segno tutti i suoi lavori (centinaia, con relativi nomi dei destinatari!!!figli nipoti, scarpine copertine gilet....e descrizione del punto, ma essendo la signora calabrese, parlava mezzo in dialetto io dopo 10 minuti ho iniziato ad annuire con lo sguardo perso nel vuoto)sino alla sua caduta dalle scale che le ha impedito di lavorare.Un'odissea lanistica impressionante.Se da vecchia divento così strangolatemi con una bella matassa.Adesso, quando vado dal dottore, prima di tirare fuori i ferri mi guardo intorno con circospezione, :O)

SONIETSCHKA ha detto...

Raccogliete, raccogliamo, facciamo un libricino, esistono tante raccolte di storielle a tema.
Credo che "la più migliore" sia quella di Alice Twain!
Per le amiche io sono quella che sa riparare i buchi nelle maglie... ma non fa ridere... neanche un po'

Bubiknits ha detto...

Bellissimo articolo, posso dire vero che si vede che l'unica romantica ero io quel giorno allo stitch n spritz?... - a me il signore con la lana da 40 anni in soffitta perchè la moglie l'aveva comprata per fargli il maglione e poi non gliel'ha mai fatto e che quando lui l'ha tirata fuori dopo 40 anni lei gliel'ha tirata dietro a lui... e lui cercava qualcuna che glielo facesse per ripicca - ha fatto un po' di tenerezza, lo ricordo benissimo. Però, di fargli il maglione non me la sono sentita, però poverino, si sarà preso una seconda delusione, forse più forte di quella datagli dalla moglie :)

gra ha detto...

.. e sì, potresti farci un bel libro.
magari ti organizzi con ciami.
sempre con lo stesso obbiettivo, intendo.
andrebbe a ruba!!!
:)

mettiamoci una pezza ha detto...

complimenti per l'ironia e l'auto-ironia, all'autore ed ai commentatori! ...un post molto divertente! ;)

Tibisay ha detto...

Intanto volevo ringraziare tutte per i commenti che avete lasciato...e rispondere uno per uno... non sarà facile, ma ci provo!

@Ciami, Darknaike, Daria e Mettiamociunapezza: grazie per il vostro commento!

@Lizzie: l'idea del cartello è meravigliosa!

@Valentina: 20 Euro? Fammi pensare... NO.

@natascia: i 15 Euro vanno come il pane... e poi, vuoi mettere che bello, lavorare solo per passione??? Ma vaaaaaaa...

@Anna: si, i bimbi sono teneri...

@Cris: 25 Euro? Fammi pensare... NO.

@PaolaeMargerita e Rosalba: ahhahah, è vero, quella del comprare la lana per farti lavorare è un MUST!!!

@Poppy: ehm... se questo è un remember... ebbene, lo so, te l'ho promesso, manterrò, giuro!!! Solo, con calma... abbi fede!

@Alice: ebbè... mica da poco essere considerate un'installazione!

@Elena: oh noooo... il rammendo non s'ha da fare...

@Gatta: ottima risposta!

@Alba e Lia: tristissima...

@Passionemaglia(Monica): vedi? Ci vuole qualche vecchia saggia che apprezzi...

@Francesca, Elenuccia, Sonietschka e gra: grazie per il suggerimento del libro, sono lusingata!

@Didi67: no, perchè evitare? Io mi ci diverto tantissimo, non starò mica ad ascoltare questi dementi, vero? Nulla può frapporsi tra me e la mia passione!!!

@Babi: MITICHE le tue!!!

@Silvia: che storia divertente!!! Certo che ogni knitter ne avrebbe, da raccontare...

@Bubi: oh, poverino, è vero, il mio cuore piange... quasi quasi glielo faccio... anzi, ci ho pensato... NO.

Anonimo ha detto...

fantastiche tutte ho riso tanto !!:)))))
Linda

Tibisay ha detto...

Grazie!