martedì 5 ottobre 2010

TB6 salsizza

E' un fracchissimo di tempo che non pubblico un post di cucina. Sembra proprio che non sappia più come cucinare e devo dire che in parte è realmente così. La cucina non è che mi stimoli più tanto come una volta e, a parte "liete" occasioni speciali e/o filiali richieste fuori dal mondo, sfamo la FamigliaFelice a colpi di Quattro Salti in Padella.
A parte, si diceva, folli richieste da parte dei familiari. In particolare non si può esercitare troppo a lungo la sordità selettiva quando IlMarito apre il quinto armadio e ne esce (come dei quattro precedenti) un'allegra cascatella di vasetti Quattro Stagioni:"Due anni fa avevi la mania delle marmellate ed ora che le abbiamo finite tutte..." "Bugia, ti ho visto che hai versato gli ultimi 15 barattoli nel gabinetto!" "... non ha importanza: ora deciditi, o li buttiamo o ci fai qualcosa, altrimenti ti confisco i ferri e poi..." "No, i Knit Pro in betulla multicolore no!!! Uomo senza cuore, hai vinto, posa l'accendino, sono la tua schiava... sigh..."
Visto che uno dei pochi esperimenti che la FamigliaFelice aveva apprezzato erano le salse di pomodoro, ho deciso di riporoporre solo queste e così in settembre ho salsizzato. Ho prodotto, cioè, parecchia salsa di pomodoro.Dato che sono abbastanza pigra, non mi sono limitata alla passata, ma ho fatto proprio la salsa già pronta per il consumo così, nel bel mezzo dell'inverno, IlMarito aprirà un vasetto e odorerà l'estate, godendo di questa prelibatezza ma anche ricordando la sua immane crudeltà (perchè sarò io a farglielo notare) e si sentirà in colpa. E magari mi comprerà anche un regalino per lenire questo suo senso di colpa, nonsisamai, bisogna essere sempre preparati...
Comunque sia, ho fatto diverse varianti di salsa: con la cipolla, con la cipolla di Tropea (più dolce), solo con l'aglio, con l'aglio ed il basilico. Perlopiù l'ho passata...... ma una dose l'ho lasciata a pezzettoni, come dice la creatrice della ricetta originale a cui mi sono ispirata: La Cuoca Petulante.Più nello specifico la ricetta viene da questo post, ve lo consiglio, è molto laborioso ma i risultati, come vedete qua sopra, sono favolosi.
Raramente parlo dei blog che seguo, preferisco esprimere la mia ammirazione privatamente ed intraprendere un rapporto più personale, lo preferisco decisamente. E poi non faccio loro pubblicità perchè penso che tutti li conoscano già e che io dica, nel caso, cose dette e ridette. Ma cambierò. Qualche volta, poi, anche se seguo un blog da moltissimo tempo, non commento nemmeno i post che scrive l'autore. E questo è male. E perchè faccio così? Non lo so, ma cercherò di cambiare anche questo. Insomma, tutto questo per dire due parole sulla Cuoca Petulante. Che tiene un blog sulla cucina macrobiotica e molto naturale. E' uno dei primi blog che ho cominciato a seguire un paio di anni fa e sicuramente non perchè mi interessi la cucina macrobiotica, io amante della carne e di tutto ciò che ha una faccia. Ma lei scrive in un modo così avvincente che quasi quasi potrei essere tentata ad assaggiare il miso, il tofu e cremine vegetali varie. La Petula tratta il tema della cucina con leggerezza, fotografando i suoi piatti con grazia e precisione ed ogni post è una gioia per gli occhi. Poi ogni tanto va dalla mamma e ci regala ricette meno orientali e più caserecce, ma rivisitate con il suo tocco magistrale ed allora... pancia mia fatti capanna!!! Andate a dare una sbirciatina, vi assicuro che non ve ne pentirete.

10 commenti:

Lilly ha detto...

ogni tanto bisogna cedere alle richieste delLA Famiglia ;-)
buona giornata cara!

Petula ha detto...

oh parbleu!!!!!
ora divento tutta rossa!!!
son la prima a commentare di rado, ne leggo parecchi compreso il tuo ;) ma perché? boh!
è lo stesso idem per fb (lì son stata pure minacciata di esilio), ma va bene così!
però un tale complimento merita almeno un grazie!!!! ;)

AnnaDrai ha detto...

anche la salsa, mi ti ci metti a fare??? bella rossa e magari anche profumata... brava brava :)

Valentina ha detto...

Accidenti!!! sono le 4 del pomeriggio ma mi hai fatto venire una voglia di pasta!!!
Vado a curiosare se fare questa bontà é davvero macchinoso come dici... Sai com'é, ne avrei giusto qualche quintalata anch'io di vasetti sparsi qua e la! Anche se li nascodo dietro la scorta di scatolame, ogni tanto fanno capolino...

la.daridari ha detto...

e vabbè, lo sai che io quella salsa me la papperei, ma non la cucinerei mai!! epperò così non vale!

Val_ ha detto...

"..aprirà un vasetto e odorerà l'estate" Eh sìsì, nonostante sia una noia bestiale (questo va detto!) fare la salsa, o come si dice genericamente a casa mia, la conserva, è impagabile fare sughi, sughini, sughetti e farcirci la pizza per tutto l'inverno. Evviva l'autoproduzione. :)
Valeria

Tibisay ha detto...

@Lilly: hai ragione, altrimenti sono comunque 3 contro 1 ed io perderei... o no?

@Petula: orpo, allora anche tu soffri della mi stessa "malattia"... meno male che non sono la sola. Comunque è un sacco che ti seguo ed ora ho deciso di fare outing... e verrò a farlo anche sul tuo blog, commentando a tutto spiano!!!

@Anna: si, anhce cucino. Ogni tanto però, non farti venire i complessi, non è il caso, eh!

@Valentina: se la fai poi dimmi come è andata!

@Daria: mai dire mai...

@Valeria: si, la salsa fatta in casa è un'altra cosa... bisognava accontentarlo, IlMarito, almeno una volta no?

Petula ha detto...

;DDDDDDDD
ecco magari potrei anche fare la salsa, una che ha un blog di cucina spesso si dimentica di cucinare e non solo di commentare!
nel mio caso la malattia si chiama doryte acuta (leggasi anche memoria da pesce rosso).

L'armadio del delitto ha detto...

Mio marito non ha sposato quella giusta, poverino!
Ora vado a vedere La cuoca petulante per diventare la DP (Donna Perfetta), e anche perché leggere di cucina alle 19.15 dà voglia di cucinare!

Margherita Berti ha detto...

che buona ! ha un bellissimo aspetto