martedì 24 maggio 2011

"Lo famo strano?" ovvero Quando Lo Stilista Va In Follia

Questo blog langue da un po'. Il fatto è che, vi racconterò, sto passando un periodo difficile, di transizione e di cambiamenti che mi sta mettendo a dura prova e mi lascia senza forze e scombussolata. In compenso sto lavorando tantissimo ai ferri e ho fatto un sacco di cose nuove. Curiose? Tutto a suo tempo.
Ora è tempo di dare una scorsa alla moda di stagione. Un po' in ritardo, magari, ma meglio che mai. Le collezioni per l'estate mi hanno lasciato un po' freddina, vi dirò: tanto già visto, riproposto e a dirla tutta, un po' noioso. MA. C'è un ma. Quest'anno parecchi stilisti sono impazziti ed hanno proposto delle cosine assolutamente fuori dal mondo, abbinamenti pazzeschi, colori improbabili, forma mai viste. Mi hanno talmente scioccata e divertita che ve li devo assolutamente far vedere, perchè se ve li racconto solamente non mi credete. E quindi, in ordine rigorosamente alfabetico, adiamo ad incominciare.
E incominciamo, appunto, alla grande, con un Alexander McQueen fuori di testa che ci propone questo grazioso abituccio da sera vagamente secentesco con tanto di panier laterali. Che non sarebbe neanche male, peccato che, probabilmente per mancanza di stoffa (sapete, costa cara, eh), si è fermato al ginocchio e l'ha terminato attaccandoci quello che aveva, ossia una frangia lunghissima che aveva lì che gli avanzava dagli anni '20.Poi deve aver pensato:"No, non va, non ho osato abbastanza" E allora ha creato questa, come definirla... COSA tutta a volant che gli anni '80 le fanno un baffo. Il colore? Uno stupendo vomito di stilista, so chic.Infine Alexander deve avere una fattoria. Non si spiega, altrimenti, dove avrebbe trovato tutte queste piume di faraona! Deve aver invitato gente a cena, ha fatto carne arrosto e, per recuperare tutte le piume avanzate (non si butta via niente!) le ha attaccate alla gonna di questo abitino molto dicreto e che non si fa per niente notare.Piaciuto? Siete ancora vive? Tranquille, non è che l'inizio. Anche perchè ora andiamo a toccare uno dei mostri sacri, Chanel. Dovete fare un regalino al maritino? Non volete regalargli come sempre una fresa meccanica? Siete stufe dei trucioli che il suo hobby della falegnameria semina in tutta casa? E siete per caso rimaste intrappolate in un negozio di moda da donna e non riuscite più ad uscire? Orsù, la soluzione c'è: comprate al vostro amato bene una giacca Chanel a fantasia muccata, l'apprezzerà sicuramente! E se poi non la vorrà mettere (chissà come mai) potrete sempre sfoggiarla voi!Oppure potreste sfoggiare un delizioso abitino da naufraga abbinato a dei meravigliosi scaldamuscoli in latex che guardate come slanciano! L'ideale per l'estate afosa, vi faranno perdere sicuramente qualche chilo all'altezza delle caviglie.Il figlioletto piange perchè vuole essere vestito come il papà? E' invidioso della sua machissima giacca bianca e vuole scambiare i Gormiti con le scarpe con il tacco della baby-sitter? Accontentatelo, il set abbinato è uscito or ora sul mercato!E per noi? Beh, cosa c'è di meglio di un bel cappotto NERO con il collo alto rivestito di piume per andare a fare la spesa in agosto?Ed ora lei, Donna Karan. No, non ce l'ho con la sua collezione, ha proposto dei bellissimi pezzi (che farò vedere prossimamente), ce l'ho con lei in prima persona. Donna, lezione di stile numero uno: i sandali da gladiatore con la gonna ti abbassano! Cos'è quella specie di nodo che hai al collo? Toglilo! Fai respirare la pelle! E una donna con più di 45 anni sarebbe meglio che portasse le maniche al gomito, vero... poi il jersey non è davvero il tuo migliore amico... un'ultima cosa, il marsupio: BRUCIALO!E' vero, siamo in tempo di recessione. Tempi duri anche per gli stilisti, sai la materia prima, i sarti, i figurinisti, i modellisti: un sacco di conti da pagare. Jil Sander ha trovato la soluzione, volpacchione che non è altro! Nottetempo ha svaligiato un paio di stabilimenti balneari e voilà! Ecco materia prima a costo zero! Che ci si può fare? Ma un sacco di cose! Anche e soprattutto sfruttando questo tema marinaresco! Con la stoffa di una cabina spogliatoio ecco uno splendido vestito! E non c'è bisogno di ritoccare nemmeno l'ampiezza!Con la stoffa di una sedia a sdraio ecco un bel copricostume! E che comode le tasche portariviste sulla pancia!Con la stoffa dell'ombrellone ecco un altro abito! Ma questo, facciamolo da sera... ecco un bel dettaglio: un elastico all'altezza del ginocchio, lo rende originalissimo e vuoi mettere come slancia! Si sa che la silouette a uovo di Pasqua piace a tutte!In ultimo, avanzava un po' di stoffa e una bella borsa di plastica delle spesa all'ipermercato. Non c'era tempo di cucire una gonna vera, la sfilata era vicina, ma con uno spago in vita il gioco è fatto, alè.Una delle collezioni più strambe che ho visto è stata indubbiamente quella di Maison Martin Margiela. Mi ha scioccato veramente, tanto che dopo ho dovuto farmi un Martini Rosè per tirarmi su: mai visto nulla di simile. E la domanda che mi frulla in testa è:"Ma Martin, dimmi la verità, cosa hai sniffato?" No, perchè altrimenti non si spiega, eh. Che spiegazione si può trovare per questi abiti? Mi ricordano vagamente le bambolin di carta che ritagliavo quando ero piccolina... eh, no, care mie, non parlatemi della "visione dello stilista" perchè penso che innanzi tutto lo stilista debba fare un abito che vada INDOSSATO e non semplicemente APPOGGIATO, vero...Passiamo ora alla collezione di Marni. Che vince la palma per il minor quantitativo di stoffa usato. O meglio, per averlo strappato da orde di tarme inferocite. E che dire del riciclo delle cuffie da bagno riproposte come graziosi cappellini? Anche per lei la parola d'ordine è: riciclo, non si butta via niente!Abbiamo bisogno di una giacca che ci riscaldi nelle fresche serate estive? Ma quale materiale migliore del neoprene delle tute da sub "alleggerito" nei punti critici da una rete impalpabile?Con il neoprene, materiale versatile e freschissimo, possiamo scegliere anche un'elegante tuta rosa da sera, resa femminile da graziosi volant, dalla cuffia da bagno e dalle ciabatte da piscina antifungo del marito. Che si sa, donano ad ogni donna.Marni vince la palma anche per il peggior abbinamento colore. Nemmeno di notte e sotto tortura avrei sognato di abbinare questo verde bandiera a due toni di marrone così terrificanti.Ma chi è la graziosa ed elegante stilista che ha ideato tutto ciò? Eccola qua, Consuelo Castiglioni. Metto la sua foto per due motivi. Il primo, è per farvi vedere che se una si veste così non c'è da sperare che poi... e il secondo è per farvi vedere che faccia ha e per pregarvi, visto che ormai sapete che faccia ha, se la incontrate per strada, tiratele qualche cosa.Assieme a Marni anche Prada concorreva per la palma per il peggior abbinamento colore. Ha vinto la Consuelo, ma Prada vince come peggior abbinamento materiali. Quale mente perversa può aver sognato di abbinare un jersey a righe con un pizzo con perline?Oppure due fantasie che nemmeno per salvarsi la vita uno dovrebbe osare di mettere vicine...Oppure una serie di righe che più righe non si può? Anche guardandole sullo schermo, mi si rimescola lo stomaco!Roberto Cavalli che cosa mi combini? Mi viene da piangere. Va bene che le frange sono una tua passione. Ok, che ami anche le stringature e gli strappi vedo e... vedo. Perfetto, ti piacciono anche le stoffe svolazzanti, l'aria un po' selvaggia da squaw metropolitana, la pelle, i capelli lunghi che si confondono con la stoffa, l'aria un po' da passeggiatrice... ma era proprio necessario mettere tutto insieme?Ebbene, lo confesso: Versace non è mai stato tra i miei preferiti e si conferma così... nella collezione "giovane" guardate cosa ci propina la Donatella... deve aver pensato:"No questo abitino è troppo sobrio, troppo normale, facciamo che aggiungo due fazzoletti da naso... no, non li cucio per bene, li lascio così per fare la moderna"...... oppure aveva ordinato troppe frange turchesi come Alexander McQueen (oppure gliele ha rubate, va a sapere...) e ha pensato di farci un abito da sera. E certo, non si butta via niente!Ed ora è il turno di Vivienne Westwood. Lo so, lo so che è una che vuole fare l'originale a tutti i costi (basti vedere il colore dei suoi capelli), ma così sono buoni tutti, dico. Per esempio, non posso fare a meno di sentirmi vagamente offesa quando una avvolge una modella in una tenda e vuole far passare la "creazione" come vestito...E anche come knitter mi sento offesa dal fatto che non abbia lavorato nemmeno una riga e abbia semplicemente lanciato una matassa addosso alla disgraziata di turno...E vogliamo parlare del "costume da bagno"? Io da piccola con il mio bel ciripà ero di sicuro più elegante. E parliamo anche del fatto che la cara Vivienne è impazzita e per rendere più carine le sue modelle che fa? Spalma sulla loro testa un etto di calcestruzzo. Eggià, trasgressiva...Questa poi si vergognava talmente tanto che si è avvolta fino alla testa per non essere riconosciuta...La Vivienne, inoltre, deve avere una discreta dose di sadismo: non paga di quello che ci ha fatto vedere finora, per recuperare altra stoffa per i suoi abiti deve aver sequestrato tutti i pagliacci d'Inghilterra... poverini!

12 commenti:

CriCri ha detto...

AhAH!!!!
Tibi, mi hai fatto morire!!!
Devono assumerti per le telecronache delle sfilate!!!
Troppo forte!!

(Però il corpetto del vestito con le piume di faraona mi piace!!!)

Comunque trovo che sia un' offesa per tutti i giovani stilisti bravi che lavorano nell'ombra!!

Questi solo perchè ormai hanno un nome si possono permettere di usare il mocio vileda e farlo passare per un capo di tendenza!!

un abbraccio CriCri

Croccheta ha detto...

fortissimi questi abiti davvero divertenti Croccheta

fiordicactus ha detto...

l'ultimo, malgrado i colori, mi pare il più sobrio. Poi, si sa, la riga verticale sfinisce e io ne ho effettivamene bisogno! ;-)

Simpatico reportage dal mondo della moda! :-)

Ciao, R

Val_ ha detto...

Caspita che orrori...già alle prime foto, dopo la "cosa" pensavo di aver visto abbastanza, ma è proprio vero che al peggio non c'è limite. E vogliamo parlare di come han pettinato le povere modelle degli abiti appoggiati? Tutte cugino It style...
Bella carrellata, grazie, ogni tanto in mezzo a tutte quelle che dicono: vestitevi così e cosà, ci vuole proprio qualcuno che dica: non vi vestite così o vi faccio lo scalpo.
;)
Valeria

Anonimo ha detto...

Vale, sei la pazza più pazza che conosco e il tuo post sulla moda è deliziosamente spiritoso!!
Bacioni
Giovanna

Natascia ha detto...

aaah....
sentivo la mancanza dei tuoi post modaiuoli.....

Tibisay ha detto...

@CriCri: grazie grazie, troppo buona!!! Concordo con te anche sul discorso degli stilisti giovani... o meglio, a metà, perchè trovo che anche loro vogliano fare un po' troppo gli originali, a volte... e non osare comprare il vestito da faraona però...

@Crocchetta: grazie!

@Fioredicactus: grazie mille anche a te! Detto fa noi, però, l'ultimo è veramente orrendo, nonostante le righe verticali!!!

@Val: si, puoi sempre contare su di me per sconsigliarti!!!

@Giovanna: ma grazie!!!

@Natascia: ed ecco che sono tornati!!!

✿Lilly❀ ha detto...

grazie cara, in questa giornata un po' grigia mi hai regalata una sana meravigliosa salutare risata!

elena fiore ha detto...

Nghèèè, nghèèèèè, apprendo dalla lezione n°1 che non potrò più portare maniche corte, ma dovrò stare con braccia fasciatissime sino al gomito...'nghè, 'nghèèèèèè !
Ma ne convengo con te, che 'sta Donna Karan, sia una pessima stilista di se' stessa!
E l'ultimo abito...orrrrrrrre !!!

Tibisay ha detto...

@Lilly: felice di essere stata utile!!!

@Elena: ecco là. Condannata sei!

NaturalArmonia ha detto...

Questo post è troppo esilarante!!
Sei grandiosa!

Tibisay ha detto...

@NaturalArminia: grazie mille!!!