lunedì 24 agosto 2015

Senza "se" e senza "ma".

Questa estate si sta avviando alla conclusione, per fortuna.
O che peccato.
Insomma, sono preda si sentimenti contrastanti: è stata di sicuro un'estate terribile: calda per moltissime settimane, io che non tollero il caldo mi sentivo svuotata… sono riuscita a combinare poco rispetto a quello che avrei voluto! E' incominciata male ed è proseguita altalenando momenti belli, come il viaggio in Austria e Germania, il soggiorno a Grado e il TB6Cafè a Carate a momenti brutti, la spossatezza, la voglia di far niente, il gatto gnaulante, piccoli disturbi di salute, io che mi lamento.
Ed io ODIO lamentarmi!
In più si è aggiunta la sgradevolezza di vedere pubblicati su un sito americano (californiano per l'esattezza) alcuni miei pattern.
Così, semplicemente, li hanno presi (probabilmente anche comprati) e poi li hanno messi su questo sito dove chiunque viene, li compra con una "moneta" virtuale e bon.
Scocciante, no?
Non farò nomi perché, come mi ha fatto giustamente notare un amico, è come fare pubblicità a questo sito, però volevo davvero esprimere il mio… diciamo… disappunto? Balle girate? Beh, chiamatelo pure come vi pare.
E non è SOLO per la questione economica. ANCHE per quello, e scusate se parlo del vile denaro. Ma se ho deciso di metterli a pagamento e chiaro che qualcosina vorrei guadagnare io e non altri. Perché altrimenti lo regalo. O lo dono in beneficenza, come ho già fatto più di una volta (e mi scoccia un sacco ricordarlo perché sembra che butto in piatto la roba).
Ma sono io che decido. Io e basta.
Si, perché forse nessuno ci pensa, ma dietro ad un pattern ci sono ore di calcoli, di prove, di sbagli e rifai, di gioia ma anche di frustrazione.
Ed appropriarsi di tutto questo equivale a rubare.
Punto. Senza "se" e senza "ma".
E mi dispiace per voi se la pensate diversamente.

11 commenti:

Rosanna ha detto...

Concordo in tutto

La Comtesse ha detto...

La penso come te, anche perchè io vivo spesso la tua situazione con i miei modelli di ricamo. Da creatrice mi scoccia vedere messi su un sito cinese (nel mio caso)gli schemi che sono costati ore di lavoro per essere disegnati e ricamati...ma tanto è!
Appropriazione indebita di lavoro creativo...
Loredana

birbolina ha detto...

Ciao, anch'io le avrei girate....e ' vero che nominare il sito è farle pubblicità ma NEGATIVA . Comunque tu decida ed in " barba " a tutti i disonesti.....buona settimana e buon lavoro,

Elena Bonelli ha detto...

Non c'è modo di tutelare il tuo lavoro? O comunque di chiedere la rimozione dal sito in questione dei tuoi schemi? Mi sembra proprio una brutta cosa...

Klava Knits ha detto...

Caspita, e ti credo...
Sarei arrabbiatissima pure io.
Ma hai provato a scrivere a questi signori e a lamentarti?
Io avrei davvero il fumo che mi esce dal naso e dalle orecchie...

Emanuela G. ha detto...

Sono con te su tutto, tranne che sul caldo... io questa estate l'ho adorata :)

keith ha detto...

Hai ragione, non è giusto valersi di cose altrui, specie per chi ci lavora perché ovviamente di lavoro si parla anche seppur divertente. Un caro saluto Ketty Rosa

Francesca ha detto...

mi e' capitata in pratica la stessa cosa. sai che nel mio blog faccio tanti corsi gratuiti a tappe e su richiesta, senza problemi. Mi e' stata mandata una foto (da una partecipante) di un manifesto che si trovava sulla vetrina di un negozio di merceria, dove pubblicizzano, a pagamento...... , 3, dico ben 3, dei miei corsi (nella foto oltre al manifesto c'erano anche i 3 lavori fatti)...... come dici tu, tutto il lavoro fatto, frutto del mio ingegno e passione, le ore per farlo, metterlo in pdf ecc., gratis, per farci guadagnare un'altra persona??? che fai?? mi sono arrabbiata moltissimo, ma mi sono limitata (sapendo di chi si trattava) a non risponderle piu' e non inviarle piu' i miei corsi.

angela masacci ha detto...

Hai pienamente ragione.

PaolaeMargherita ha detto...

E' davvero una cosa brutta. Mi dispiace. Capisco il tuo senso di delusione e frustrazione. Auguro a questi tizi un bel fuoco di Sant'Antonio, che io personalmente non ho mai per fortuna avuto ma mia cugina, che è soggetta, dice sia il peggior augurio da fare tra le malattie non mortali. Molto fastidioso e lungo da curare. Nella stagione calda, poi...

Dai, cerca di star su con il morale!!! Un caro saluto e buona giornata!!!!

Tibisay ha detto...

Ragazze creative. Intanto grazie per i vostri commenti e per la solidarietà. So bene che il rischio di "fare" è quello di vedere copiato ed indebitamente appropriato il proprio lavoro. Dovrei essere abituata e rassegnata ed ora, a dire la verità, mi è un po' passata.
Ho fatto il post principalmente perché la cosa non passasse sotto silenzio: se tutti continuano a starsene zitti e a subire, si potrebbe pensare che, in fondo, si è in un qualche modo consenzienti. Ed io NON lo sono. Come idre, subisco, ma almeno brontolo.
Ho provato a protestare con il sito in questione, ma avete presente un Davide sfigato contro un Golia? Ecco, io non ho nemmeno la fionda! :)
Comunque continuo, eh, non temete! E grazie ancora.