lunedì 12 aprile 2010

Ecco che se ne esce con un'altra delle sue..

Con questi bei tempi primaverili e complice anche il distacco dall'avita genitrice, mi è venuta una voglia matta di riappropriarmi dei miei spazi e di fare un po' di cosette nuove... in previsione della Comunione del figliolo grande ho pensato di non spendere centinaia di Euro in boutique ma di confezionarmi l'abito da sola. Ma le stoffe non mi convincevano affatto. E allora, perchè non rispolverare un vecchio amore? Sto parlando del mio diletto, della mia passione, della mia croce e delizia: la pittura su seta. Ora. Visto che c'ero ho fatto un tutorial. Oh, che meraviglia, un tutorial di un hobby che nessuno conosce, che nessuno fa, a chi mai servirà? Pazienza, lo faccio comunque, la setta delle pittrici su seta annovera praticamente solo me (ah, e la Fata, anche).

Premettiamo un paio di cosette.
1: questa NON è una mia idea, ma della (semisconosciuta, ahimè) Sabine Bemmann, che mi ha fatto conoscere nel lontano 1999 la tecnica simultanea che è diventata il mio cavallo di battaglia.
2: questo non è un tutorial facile, da fare in mezz'ora: ci vuole un intero pomeriggio.
3: questo non è un tutorial pulito, di quelli che se ti vede il marito è contento perchè ti diverti. Per cui, mandatelo alla partita se lo volete fare, così non rischierete il divorzio.
4: questo è un totorial di quelli dove si lavora parecchio, per cui astenersi perditempo.
Bene, ora che vi ho fatto scappare tutte, la domanda è: perchè l'ho fatto?
Perchè voglio dimostrare che si può avere una stoffa di alta moda spendendo 20 Euro per i colori e 20 Euro per la seta.
E poi, ok, perchè sono un'esibizionista, ecco perchè.
Andiamo a incominciare.

Ecco quello che vi servirà: 4 vasetti di pittura per seta (solo questi, non altri, ma non li useremo tutti), 2 metri di chiffon di seta (solo seta pura, no acrilico, sennò fonde con il calore del ferro da stiro), acqua, contagocce... Attenzione, correzione!!! La seta che userete deve essere assolutamente chiara, meglio se bianca (o avorio, o panna, insomma, robe così); i colori per seta non sono assolutamente coprenti!!!... una tovaglia di plastica bella resistente messa in doppio per proteggere il piano del tavolo da lavoro, un ferro da stiro vecchio, brutto e scassato (perchè lo rovinerete parecchio, quindi non spendeteci una fortuna) ma assolutamente senza vapore, un sottopentola bello grande in legno o sughero, un asciugamano piegato più volte. E che non pensiate di recuperare queste due cose, sono destinate solo a quest'uso, da ora in poi, perchè si macchiano irrimediabilmente. Quella che vedete qua sotto è la mia attrezzatura, più volte usata, per cui SEMBRA sporca, ma è solo molto colorata perchè molto usata. L'ho detto per non sembrare una zozzona. E guanti di plastica.Assicuratevi di essere in prossimità di una presa elettrica, perchè vi servirà per il ferro. Su un lato lungo del tavolo preparate la postazione-stiro: sotto mettete il sottopentola, sopra l'asciugamano. Questi faranno da isolante per non stirare direttamente sulla tovaglia di plastica (e fonderla, chiaro).Bagnate abbondantemente la seta. Io ho tagliato due teli da 1 metro per 1 metro e 40 centimetri.Strizzateli bene.Sull'altro lato lungo del tavolo rispetto alla postazione-stiro (che vedete in alto della foto), disponete la seta "ammucchiata ma non troppo". Io ho disposto i due lati corti attaccati e poi ho ammucchiato la seta in modo più o meno ordinato, senza sovrapporla molto. Ma è questione di gusto personale.Preparare i colori sbattendoli bene. Io ho usato 4 colori, ma questa tecnica è molto valida anche con un colore solo, l'effetto è stupendo comunque.Con il contagocce distribuite la pittura sul tessuto. E qua: largo alla fantasia; io ho voluto creare un effetto sfumato dal rosa verso il grigio, ma voi fate come volete. Più il colore è mescolato, più sono le sfumature che si creano, più il tessuto verrà bello.Ecco la seta dopo l'applicazione dei due rosa. Siate generose e mettetene in abbondanza...... e qui siamo dopo l'applicazione del grigio. Come vedete ho messo del grigio anche sul rosa...... ed ecco i tocchi color mattone.Ora bisogna lasciar "fondere" il colore almeno un quarto d'ora. Questo passaggio è fondamentale, i colori saranno molto più belli così.Ora viene la parte divertente. Mettete i guanti di plastica per evitare di sporcarvi la mani, accendete il ferro e quando è caldo... si comincia!!! Queste sono azioni da fare abbastanza velocemente, ma niente panico, ce la farete. Ammucchiate sulla postazione-stiro un po' di stoffa ancora molto bagnata e...... pressatela con il ferro da stiro rovente. Sentirete lo sfrigolio della pittura che si asciuga, vedrete dei vapori che salgono verso l'alto e sentirete una gran puzza (ahem, a questo proposito, magari era meglio se dicevo prima di lavorare in un ambiente molto areato?). Vi sembrerà di aver combinato un gran pasticcio, ma non è così. Dopo un po' la stoffa si sarà asciugata e voi la dovrete staccare dal ferro perchè vi csi sarà attaccata. Anche ora si sembrerà di aver fatto un guaio, ma a bruciare è il colore, non la seta.
Ed ecco come si presenta la stoffa dopo appena un colpetto di ferro... vedete che disegni meravigliosi si creano quasi per magia?Continuate a trascinare piccole porzioni di stoffa sulla postazione-stiro e a stirarle, badando di formare molte pieghe e ammucchiamenti.Ecco come si presenta la stoffa stirata completamente, mica male, vero? Ma io non ero molto soddisfatta, volevo un effetto più deciso, un colore più vivo, così ho ripetuto l'intera procedura...... ho bagnato e ammucchiato la stoffa...... ho ridato il colore dove vedevo delle zone più chiare...
... ed ho ri-stirato.Alla fine del lavoro il ferro sarà ridotto maluccio: una crosta nerastra l'avrà ricoperto. Niente paura, è normale. Prendete uno sgrassatutto e, quando il ferro è ancora caldo, spruzzatelo sulla piastra. Poi potrete levare la patina con una spatolina da pittore. Ma non aspettatevi che il ferro torni come nuovo... e poi via!!! A pulire il disastro di colore che avrete fatto colare dappertutto.Comunque sarete premiate da un risultato da sogno. Meritava la fatica? Per me si.
Ora. SE qualcuna di voi avrà il coraggio di seguire il tutorial, sono anche disposta a darle un premio, e non sto scherzando.

26 commenti:

Maria ha detto...

O-mio-di-ooo-che-me-ra-vi-glia!
Mi piace da impazzire il risultato finale! E mi piacciono anche le cose che ogni tanto ci mostra Fata.
Sono affascinatissima dalla pittura su seta, però - lo ammetto - non penso che mi cimenterò mai, son troppo pigra e troppo pasticciona, ma porca paletta se ne valeva la pena, il risultato è eccezionale. Ora sono curiosissima di vedere cosa ne tirerai fuori.
Brava, brava, brava. Non puoi vedermi, ma mi è cascata la mascella e mi sto pure inchinando!

perlAmica ha detto...

Tibisay...la tua seta è diventata stupenda!!!
Davvero ne valeva la pena!!!
Però...ecco...probabilmente non vinceremo il tuo premio perchè, per ora, non ti copieremo...però...MAI DIRE MAI!
Metti che quest'estate, con i figli fuori a giocare...e le giornate lunghe...magari ci salta la voglia e corriamo a comperare seta e colori!!!
E allora sì che il tuo tutorial così preciso e ricco di foto (e divertente!!!) ci farà davvero comodo!!!
Baciiii

Cri&Anna
Ps: poi però vero che ci mostri l'abito che ti confezionerai con quella stoffa stupenda????

Perline e bottoni ha detto...

Risultato splendidissimo. Una doanda mi sorge spontanea. E se tra la stoffa e il ferro metti una carta forno che fa passare il calore me non fa appiccicare la stoffa cambia qualcosa?

silvia ha detto...

Wow!!!!!!!!!!!!! E' così affascinante, stupendo!!! La stoffa è venuta benissimo e non vedo l'ora di vedere il vestito anche. Questo tutorial è uno dei più belli che ho mai visto, grazie per aver condiviso questa tecnica così preziosa!

Tibisay ha detto...

@Maria: ma grazie!!! Ora raccogli la mascella, tirati su che gli inchini (sebbene me ne facciano tanti, eh...) mi innervosiscono e... tra poco vedrai la seconda puntata, ovverossia l'abitino che confezionerò.

@Cri&Anna: d'estate è il momento migliore!!! Se avere un giardino, poi è l'ideale per non sporcare tutta casa. E per l'abito... a tra un po', eheheheh...

@Perline: no, la carta forno (pazzesco, non ci avevo mai pensato, però!!!) non va. Il risultato è tutto nell'"appiccico". Se ci proverai ti accorgerai da sola che altrimenti non funzionerebbe!

@Sivia: grazie mille dei complimenti, in effetti mi sono parecchio divertita. Mio marito no, ma è lo stesso.

Rose di Organza ha detto...

ma è davvero bellissima come tecnica!!!
Complimenti!

Scarabocchio ha detto...

Premessa: ho letto il post 2 volte!
La prima volta come puro divertimento (mi fai scompisciare, che ci posso fare?), la seconda con moderata serietà (se continuavo a sorridere come un'ebete non avrei appreso la lezione!)
E' tutto favolosamente nuovo per me: non avevo la più pallida idea di come funzionasse la faccenda che, al momento, non mi pare più tanto spinosa!
La tecnica non pare complicatissima, ma l'esecuzione richiede molta pazienza, uno spazio adeguato, calma e tempo!
Solo tu puoi riuscirci: SOLO TU!
^^

emmafassio ha detto...

Assolutamente meraviglioso:):) Incredibilmente incredibile:):)

perlAmica ha detto...

Ciao Tibisay, siamo venute ad avvisarti che se fai un saltino nel nostro blog potrai ritirare un gioco-premio che hai vinto. Speriamo di averti fatto piacere. Ti aspettiamo!!!
Cri&Anna

Tzugumi ha detto...

No, non fa per me, troppo complicato!!! Lascio l'onere e l'onore alle professioniste come te, io torno a giocare con i ferri ;) Smaaack!

Tibisay ha detto...

@Rose e Emmafassio: grazie mille!

@Scarabocchio: sono proprio contenta che ti sia piaciuto! In effetti la tecnica non è difficile, è molto spontanea... ma richiede un po' di tempo, ehm...

@Cri&Anna: corro subito!

@Tzugumi: ooooooookkkkkk...

Fatina Lu ha detto...

che belloooooooo!! ma credo che per il momento mi fermerò sul mio filo..l'esame si avvicina sempre più....°O°

sono molto curiosa di vedere il vestito....ma quante belle cose che possiamo fare tutte noi!!!

AnnaDrai ha detto...

quindi ci vuole un ferro apposta per questi lavori? ;)
grazie per il tutorial, ma io lascio stare... preferisco ammirare i tuoi di lavori :)
un caro saluto e grazie per aver partecipato al mio candy

FascinationStreet ha detto...

caspita che lavoraccio, ma com'è bello il risultato! :) bravabrava!

barbara, neoblogger!
^_^

Lilly ha detto...

oddio devo unirmi al coro dei "caspita che meraviglia ma lascia l'onore a te" ;-)
davvero un risultato stupefacente, già immagino questa stoffa a vederla indossata...sei paziente e bravissima e tuo marito un santo :)
io qui in questo appartamento ho davvero troppo poco spazio e pochi materiali per cimentarmi in cotanta arte! chapeau!!!

la.daridari ha detto...

che risultato sorprendente! e ora voglio vedere l'abitino-ino-o!!!

francesca ha detto...

ciao la mia amica fausta ha detto che vuole provare perchè ha tanta seta che le avanza, poi ci ha ripensato e ha detto: magari ti mando la seta e ci provi tu.
io il tutorial intanto l'ho stampato poi ... ti faremo sapere

p.s. la sua seta è marrone hai qualche suggerimento sui colori da utilizzare? i colori per la seta sono coprenti?
ciao
francesca

ANTO ha detto...

ma che bel risultato, complimenti...io non azzardo ha ha. A presto,Anto

Tibisay ha detto...

@Fatina e Daria: grazie dei complimenti e... avrete ancora poco da aspettare, sapete? ihihihih...

@Anna: grazie a te, mi fa sempre piacere partecipare ai candy!!!

@FascinationStreet e Anto: grazie mille!!!

@Lilly: grazie dei complimenti... ma basta con 'sto marito che è un santo!!! Devo diventare gelosaaaaaaa??? (gh gh gh...)

@Francesca: acci, che coraggio!!! Però ti devo dare una delusione... si usa solo seta chiara, meglio se bianca... i colori per seta non sono per nulla coprenti! E grazie delle domande, ora lo vado a specificare anche nel tutorial!

crochetdoll ha detto...

mmmmmHHH che bellissimo tutorialone!!!! mi ha fatto tornare in mente le mie velleità di colorarmi le matasse di filo... una domanda: funziona anche su tessuto di cotone??? sai che la seta mi fa orrore, no? se la risposta è si... ti riterrò responsabile dei miei pasticci!!!!
:-)

crochetdoll ha detto...

... forse su lino??? o canapa???

Tibisay ha detto...

Luisa, no, non fuziona sul cotone, nè sul lino nè sulla canapa... ma se vuoi tentare la tintura del cotone ci mettiamo insieme e studiamo qualcosa...

crochetdoll ha detto...

eeee vaaaaaiiiii!!!! grande!!!!

Marzia ha detto...

:O

Ma che forza, sei un mito!!! Che effetto meraviglioso... quasi quasi............

Certain Creatures ha detto...

ma daiiiii.. interessantissimo questo tutorial!!!!! :))))
magari quando avrò smaltito la mia lista (già lunga) di cose da provare a fare proveròà anche questa perché mi ispira un bel pò!!
grazie del tutorial!

Fata Bislacca ha detto...

Passo!